MXGP di Lombardia: Febvre vince gara uno, pubblico in delirio per lo spettacolo

MXGP di Lombardia: Febvre vince gara uno, pubblico in delirio per lo spettacolo© L.Resta

La prima manche della MXGP va a Febvre che non sbaglia nulla, Herlings secondo, Gajser ottavo retrocesso di cinque posizioni per un taglio. Un Super Cairoli in lotta fino alla fine per la vittoria chiude terzo davanti ad un pubblico festante

7 novembre

Non delude la prima manche della MXGP del Gran Premio di Lombardia, in trenta minuti più due giri succede di tutto e la classifica finale viene stilata in giuria, con lo sloveno retrocesso di cinque posizioni per il taglio al via, simile a quello di Alessandro Lupino al Nazioni. Al viterbese a settembre furono comminate 10 posizioni di penalità, a Gajser (Honda) cinque. Al via è Jeremy Seewer (Yamaha) a scattare davanti a tutti, seguito da Romain Febvre (Kawasaki), Jeffrey Herlings (KTM) e Antonio Cairoli (KTM), scattato male ma furbo nel passare all’interno alla prima curva e all’esterno alla seconda, recuperando preziose posizioni. Nel corso del primo passaggio Febvre si libera di Seewer e tenta la fuga, inseguito da Herlings che passa lo svizzero ma cade poco dopo, trovandosi con la sua moto e la Yamaha dell’avversario incastrate, perdendo prezioso tempo, ripartendo quattordicesimo.

La doppia schermata dei risultati, prima e dopo la penalità comminata a Gajser

Febre in fuga, Cairoli e Gajser seguono, Herlings a terra


Davanti Febvre è in fuga, Cairoli lo segue a distanza, tallonato da Gajser, rimasto incastrato tra due Honda al via (quella di Henry Jacobi e di Benoit Paturel, rimasto poi a terra). Lo sloveno spinto fuori, scavalca il muretto di sabbia a bordo pista e rientra alla seconda curva, esattamente dove era rientrato Lupino, uscito però alla prima e non sul rettilineo, tagliando quindi più pista. Il ritmo della Kawasaki numero 3 con la tabella rossa è insostenibile per Cairoli che si deve guardare dal ritorno di Gajser che passa nel corso sesto del giro. Intanto Herlings ripartito quindicesimo rimonta furiosamente posizioni su posizioni, risalendo fino al sesto nel momento in cui Gajser passa secondo ai danni di Cairoli. Febvre cala il ritmo, Gajser si avvicina e Tony non molla, sospinto dall’incedibile cornice di pubblico acclamante.

Il momento del sorpasso di Herlings su Fernandez

Herlings mostruoso da quinidicesimo a secondo


Per Herlings è lora di affrontare gli “scudieri” di Febvre e Gajser, l’olandese passa subito Mathis Boisrame (Kawasaki) ma fatica parecchio con Ruben Fernandez (Honda), coriaceo e per niente intimorito, Il debuttante spagnolo, sempre corretto, resiste per due giri, fino all’affondo deciso di Herlings che si mette in caccia del trio di testa. Il finale è da cardiopalma con i quattro racchiusi in un pugno di secondi e tutti in lotta per la vittoria, Febvre con un colpo di reni e l’aiuto di un paio di doppiati passati subito riesce a tagliare il traguardo primo, seguito da Herlings autore del giro record nel finale, dopo aver passato Cairoli e Gajser. Lo sloveno chiude terzo seguito da vicino da Cairoli, mentre quinto passa l’ottimo Fernandez, con Alessandro Lupino (KTM) decimo e Alberto Forato (GasGas) quindicesimo.

Ottima la gara di Antonio Cairoli, in lotta fino alla fine per la vittoria

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi