MXGP di Lombardia: Herlings vince, Febvre in rosso, Gajser giù dal podio

MXGP di Lombardia: Herlings vince, Febvre in rosso, Gajser giù dal podio© L.Resta

A una gara dal termine il duello per il titolo sembra un affare tra il francese e l’olandese, Gajser terzo in gara due ma fuori dal podio. Un Cairoli gladiatore sale sul podio per la 179a volta in carriera

7 novembre

Il finale del più bel campionato che si ricordi sta per arrivare al suo ultimo atto, Jeffrey Herlings (KTM) vincendo l’ottavo Gran Premio dell’anno e si riporta a tre punti dalla tabella rossa, regalandosi una speranza per l’ultima prova. Tim Gajser (Honda) dopo la penalizzazione della prima manche porta a casa un terzo posto ma interrompe la serie positiva che lo vedeva sul podio da sei gare consecutive

Romain Febvre in azione a Mantova, il suo vantaggio sul secondo sale da uno a tre punti

Jorge Prado parte primo ma Herlings non aspetta


Al via della seconda manche Jorge Prado (KTM) scatta come un fulmine davanti a tutti e ingaggia un duello con Romain Febvre (Kawasaki) e Herlings che ha la meglio sui due e prende la testa nel primo passaggio. Febvre impiega tre giri a passare il galiziano, sempre molto coriaceo e si getta all’inseguimento di Herlings che ha già accumulato quattro secondi di vantaggio. Il francese fa segnare il miglior passaggio e riduce il gap dalla testa ma Herlings rallenta solo per cercare di far avvicinare Antonio Cairoli (KTM) in difficoltà nelle prime tornate, cercando di farlo rientrare in lotta con i suoi inseguitori. Il piano non funziona e Jeffrey ricomincia a martellare, seminando Febvre. Cairoli, braccato da Gajser si mette in caccia del compagno di squadra Prado e lo raggiunge ma Jorge non ne vuole sapere di cedere la posizione, così, cercando un varco il siciliano commette una sbavatura e Gajser lo passa. 

Il duello senza esclusione di colpi tra Jorge Prado e Tony Cairoli, vinto dal siciliano

Prado, Cairoli, Herlings, che battaglia!


Lo sloveno è sulla ruota posteriore del pilota KTM che dopo due giri cede, mentre alle spalle di Cairoli arriva Jeremy Seewer (Yamaha), pronto a approfittare del momento delicato del nove volte Campione del Mondo che però reagisce come un leone e sferra un attacco rabbioso nei confronti dello spagnolo, dopo quattro giri di tentativi, passandolo in aria. Tony è di nuovo tra i più veloci in posta a fine manche e cerca di riprendere Gajser, ormai troppo lontano. Nel finale Seewer, passato Prado, tenta di rifarsi sotto ma invano, accontentandosi della quinta posizione alle spalle di Cairoli quarto. Sul traguardo Herlings vince con ampio margine su Febvre e Gajser, conquistando il primo gradino del podio a pari punti con Febvre, secondo e con Cairoli terzo di GP. In campionato la tabella rossa è sempre sulla Kawasaki di Febvre che precede Herlings di tre punti e Gajser di quindici, mentre Cairoli si riprende il quarto posto.

 

Tim Gajser, fuori dal podio, complice la penalità di gara uno

Il Lupo in lotta per il nono posto


Nono posto di manche e di giornata per Alessandro Lupino (KTM) che difende coi denti la nona posizione in campionato, messa a rischio dagli attacchi di Thomas Olsen (Husqvarna), decimo ad un solo punto. Chiude diciannovesimo Alberto Forato (GasGas), ancora alle prese con i guai alla mano.

La lotta per il nono posto finale è ancora tutta aperta tra Lupino e Olsen

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi