Lutto in MXGP: Rene Hofer è morto sulle Alpi austriache

Lutto in MXGP: Rene Hofer è morto sulle Alpi austriache© L.Resta

Il giovane astro nascente del motocross austriaco è deceduto travolto da una valanga, mentre sciava con un gruppo di amici. Il mondo della MXGP è in lutto per la scomparsa del pilota KTM

Presente in

5 dicembre

Proprio mentre la cerimonia annuale per la celebrazione dei titoli 2021, i FIM Awards, si stava svolgendo a Montecarlo, è arrivata la terribile notizia della tragica scomparsa del giovane pilota austriaco, deceduto mentre sciava nel salisburghese assieme ad alcuni amici.

Sorpresi da una valanga in undici, sono stati cercati da oltre 120 soccorritori. In due sono deceduti sul colpo, mentre un terzo si è spento una volta giunto in ospedale a Klagenfurt.

L'abbraccio tra Hofer e Guadagnini al traguardo del GP di Pietramurata

Una carriera fulminante


Hofer, 19 anni, Campione del Mondo e d’Europa classe 85cc nel 2016, terzo nel 2018 nella EMX125, dopo essere stato al comando per tutta la stagione ed essersi infortunato a tre gare dal termine, era approdato al team factory KTM Red Bull all’inizio del 2020. Subito secondo di manche alla prima gara della stagione in Inghilterra, era stato costretto da un brutto infortunio a dare forfait per il resto della stagione dopo il quarto Gran Premio stagionale. Tornato alle gare nel 2021 era salito per la prima volta sul podio iridato in occasione del Gran Premio di Germania a Teutschenthal, riuscendo a cogliere il primo successo a Pietramurata, facendo suonare l’inno austriaco sul podio per la prima volta dopo 34 anni. 

L'esultanza di Hofer vincitore del suo primo GP in Trentino

Promessa del Motocross austriaco


Sesto al termine della stagione 2021, Rene che avrebbe compiuto 20 anni il 4 gennaio, era la promessa più concreta che il vivaio austriaco avesse prodotto dai tempi di Heinz Kinigadner, suo scopritore e mentore ed era allenato da Joel Smets. Il 2021 gli aveva regalato anche la vittoria di classe in MX2 al Gran Premio delle Nazioni disputato a Mantova. Il suo sorriso contagioso, la grinta e la tenacia che lo avevano portato a lottare con i migliori piloti del mondo della 250, resteranno testimonianza della forza di volontà di un ragazzo più volte infortunato, ma sempre pronto a ricominciare a lottare.

Le condoglianze di Motosprint vanno alla sua famiglia, ai suoi meccanici e a tutto il reparto corse KTM.

Orgoglio austriaco, Hofer per la prima volta sul podio nel GP di Germania

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi