MXGP: Ecco la Red Bull GasGas Factory Racing

La più grande novità del 2022 è finalmente stata annunciata, la squadra gestita da Claudio De Carli da oggi è il nuovo Red Bull GasGas Factory Racing Team, sulle moto rosse ufficiali saliranno Jorge Prado (MXGP), Mattia Guadagnini e Simon Lagenfelder (MX2)

14 dicembre

C’era molta attesa per l’annuncio che di fatto da il via alla grande rivoluzione del mondo KTM nel Campionato del Mondo FIM di Motocross. In questo nuovo assetto il Team De Carli passa dall'arancione della KTM al rosso fuco delle GasGas. La squadra ufficiale GasGas che si affaccia all’inizio della nuova stagione 2022 con grandi speranze è una delle più giovani dell’intero paddock con un’età media di poco superiore ai 18 anni e con alcuni dei più forti rappresentanti nelle due classi iridate.

Lo squadrone romano al completo 

Prado: "Come spagnolo è una sensazione davvero speciale competere per GASGAS"


In MXGP Jorge Prado affronterà il suo terzo mandato nella classe regina con i colori del suo paese, rappresentando al meglio la filosofia del marchio spagnolo che è entrato nel Mondiale due anni fa è che è pronto al grande salto dopo aver sperimentato un anno più che positivo con Pauls Jonass e Brian Bogers. "Come spagnolo è una sensazione davvero speciale competere per GASGAS e non vedo l'ora che arrivi febbraio per iniziare a correre con i miei nuovi colori. Mi sento benissimo sulla nuova moto e sono davvero carico per il primo round. Ho imparato così tanto nelle ultime due stagioni in MXGP che sento di poter migliorare ulteriormente il mio livello nel 2022. Di sicuro sarà impegnativo e correrò contro alcuni dei migliori piloti al mondo, che hanno molta più esperienza di me. Mi sento pronto a combattere per il titolo e sono impaziente di iniziare la nuova stagione, durante la quale sono certo che potrò lottare costantemente per la vittoria."

Jorge Prado in azione sulla nuova MC450F

Guadagnini: "Sulla nuova GASGAS mi sento bene e sono così entusiasta di iniziare a Matterley Basin"


In MX2 il nostro Mattia Guadagnini, quarto al termine della sua prima stagione completa in 250, è chiamato alla conferma e a dimostrare di essere cresciuto ancora. Dopo aver conquistato la prima manche in Inghilterra, il primo Gran Premio e la prima tabella rossa della serie cadetta a Maggiora, il 20220 è l'anno delle grandi aspettative per il veneto. "Sono davvero entusiasta di far parte del Team Red Bull GASGAS Factory Racing per il Mondiale 2022. Conosco già la squadra, è una grande famiglia e con i nuovi colori sono certo che sarà un anno fantastico! Tutto il duro lavoro che abbiamo fatto nel 2021 è stato ripagato e i risultati sono stati anche meglio di quanto mi aspettassi. Il primo round non è troppo lontano, sulla nuova GASGAS mi sento bene e sono molto entusiasta di iniziare a Matterley Basin, dove ho vinto la mia prima gara in MX2.” 

Mattia Guadagnini spettacolare in aria con la MC250F

Lagenfelder: "In questo nuovo team e penso di poter davvero progredire nel Campionato del Mondo MX2"


Al fianco di Mattia il più giovane dei tre, Simon Lagenfelder, soli 17 anni e già autore di un'ottima prima stagione in MX2, conclusa al decimo posto. Il tedesco sbarcato a Roma al termine del mandato 2021, ha già iniziato il lavoro di preparazione per il nuovo anno e c'è da scommettere che sarà tra i protagonisti assoluti del Mondiale 250. "Nuova squadra, stessi colori! È super eccitante per me continuare a correre con GASGAS in questo nuovo team e penso di poter davvero progredire nel Campionato del Mondo MX2. Ho trascorso molto tempo in Italia con i miei nuovi compagni e l’ambiente è davvero positivo. Mi sto godendo ogni singolo momento di questa off-season, che seppur breve rispetto allo scorso anno, mi sta dando la possibilità di migliorare ulteriormente. Una cosa su cui dovrò lavorare è la mia velocità in partenza, per essere più rapido nei giri iniziali e poter avere una condotta di gara sempre all’attacco. Ci aspetta un futuro fantastico e penso che il 2022 sarà l'anno in cui i miei risultati miglioreranno notevolmente."

Simon Lagenfelder è l'unico dei tre ad avere già un passato in rosso

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi