Ci siamo: il 2 gennaio da Asuncion parte la 39esima Dakar, il rally raid più famoso e massacrante del mondo. Dal Paraguay si passa subito in Argentina, dopo un “antipasto” di 454 chilometri.

Fari puntati su Toby Price, australiano KTM che lo scorso anno vinse la Dakar alla seconda partecipazione. Tanto da convincere la Casa austriaca a blindare il pilota fino al 2019.

Classe 1987, scatterà dal via in sella alla 450 Rally Replica del team Red Bull KTM, ma non vuole sentire parlare di vittoria: “Molti pensano che io sia il favorito, vedremo cosa ci riserverà questa avventura. Partire con il numero 1 è stressante e non sono l’unico ad ambire alla vittoria”.

Price dovrà guardarsi da molti avversari, come Joan Barreda ma anche Pablo Quintanilla con la sua Husqvarna FR 450: nonostante si sia presentato ad Asuncion da campione del mondo rally raid, il cileno mantiene un profilo basso: “Non vedo l’ora di partire, sto vivendo un mix di euforia e nervosismo. Voglio mantenere la moto tutta intera e cercare di divertirmi”.

Il più atteso tra gli undici riders italiani è il pilota Yamaha Alessandro Botturi (qui l'intervista al pilota): “Sono tranquillo, l’obiettivo è arrivare alla fine – ha commentato il bresciano dopo le verifiche tecniche – Sarà una Dakar molto fisica e impegnativa”. 

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com

Segui la Dakar 2017 su Red Bull Tv: dal 2 al 14 gennaio, highlights, approfondimenti e speciali esclusivi!