Trentanove chilometri hanno caratterizzato la prima tappa della Dakar 2017. Nel breve tratto cronometrato degli oltre 400 km di trasferimento dalla capitale del Paraguay, Asuncion all’argentina Resistencia, il più veloce dei 143 piloti di moto è stato Xavier De Soultrait. Ventotto anni, francese di Moulins sur Allier e appassionato di rugby e wake board, ha guidato in modo perfetto la Yamaha del Viltais Racing Team HFP, fermando il cronometro sui 28’20”. In sede di verifica, però, il transalpino viene penalizzato di 9 posizioni per eccesso di velocità. La vittoria di giornata è andata quindi a un altro outsider, Juan Pedrero Garcia sulla Sherco Tvs.

IL “BOTTU” DAVANTI A SVITKO - Dietro lo spagnolo ha chiuso Ricky Brabec, statunitense del Monster Energy Honda Team (a 14 secondi). Il francese Metge e il portoghese Goncalves e Sunderland completano la top five seguiti Barreda, Walkner, Farres Guell e Cervantes Montero. Buono l’esordio di Alessandro Botturi: il pilota ufficiale Yamaha ha chiuso a 1’13 da De Soultrait, mettendosi alle spalle i protagonisti assoluti dell’edizione 2016, Svitko e Price (quattordicesimo e diciassettesimo oggi).  

DOMANI 275 KM DI SPECIALE - Per i colori azzurri, da segnalare anche il 21esimo posto di Jacopo Cerutti (Husqvarna) a 2’20 dal leader. Domani si arriverà a San Miguel de Tucuman dopo ben 275 km di “speciale”. Per i protagonisti della Dakar 2017 è arrivato il momento di fare sul serio.

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com

Segui la Dakar 2017 su Red Bull Tv: dal 2 al 14 gennaio, highlights, approfondimenti e speciali esclusivi!