Dopo la giornata di riposo a quota 2.600 metri a La Paz, la carovana della Dakar ha ripreso la sua corsa con la settima tappa da La Paz a Uyuni. Una giornata difficile per via delle condizioni meteo, con la pioggia che ha reso ancora più impervie le piste sterrate e quelle sabbiose dei 425 km di speciale.

A dominare è stato per la terza volta Joan Barreda sulla Honda. L’indomani, pioggia e fango hanno fustigato i piloti, che hanno affrontato 498 km di speciale: ha vinto il francese Antoine Meo su KTM, al suo secondo successo di tappa questa edizione, ma al comando della corsa rimane il suo connazionale della Yamaha Adrien Ven Beveren.

La tappa di oggi – lunedì – è stata annullata per il maltempo e i piloti riprenderanno la corsa martedì da Salta, in Argentina.

Ecco nel dettaglio come sono andate le ultime due tappe.  

Settima tappa – La Paz-Uyuni km 727

Una corsa infernale, fra pioggia e fango, in Bolivia verso Buenos Aires. E’ stata una tappa marathon, il che significa che i piloti hanno dovuto proseguire senza assistenza fino al bivacco.

Terza vittoria per Joan Barreda, che ha siglato i 425 km di speciale precedendo di 2’51” Van Beveren di 2’51”. Il francese rimane però al comando e Barreda insegue a 4’45’’ nonostante una caduta. Terzo, a 8’02” Benavides, davanti alla KTM Toby Price, mentre Quintanilla chiude quinto. Diciannovesima posizione per Laia Sanz.

Alessandro Botturi si è piazzato al 22° posto, Maurizio Gerini è 29ª,  Jacopo Cerutti 33ª.

Ottava tappa – La Paz-Uyuni - km 585

Seconda vittoria in questa edizione della Dakar per Antoine Meo. Il francese della Yamaha ha coperto i 498 km di speciale da La Paz a Uyuni, tutti in Bolivia in 5h 24’1’’. È stata una sperciale molto impegnativa, per via delle condizioni meteo, con pioggia e fango: il pilota della KTM ha prevalso sullo statunitense Ricky Brabec, per appena 1’8’’. Terzo l’australiano Toby Price, a 2’45”, davanti all’argentino Kevin Benavides. Soltanto settimo Adrien Van Beveren, che paga un ritardo di 8’44” ma si mantiene al comando. Ottava posizione per un Joan Barreda che ha corso con un ginocchio infortunato dopo la caduta nella tappa precedente. Nono posto per la spagnola Laia Sainz, a 14’15”, con il francese Johnny Aubert a completare la top ten. Ventitreesimo Alessandro Botturi davanti a Maurizio Gerini. Ventisettesima piazza per Jacopo Cerutti.

Classifica generale –Adrien Van Beveren su Yamaha mantiene il comando con 22’’ di vantaggio su Kevin Benavides, su Honda e 6’34’’ su Matthias Walkner. Quarta piazza per Toby Price davanti a Joan Barreda, ora staccato di soli 8’01. Meo è sesto a 9’56’’. Tredicesima posizione per Laia Sanz.

Ventiquattresimo assoluto Alessandro Botturi; ventiseiesimo Jacopo Cerutti, ventinovesimo Maurizio Gerini.