Cyril Despres, il francese cinque volte vincitore della Dakar in moto, è pronto per affrontare l’edizione in Arabia Saudita della leggendaria gara. Per lui sarà la ventesima partecipazione e questa volta sarà in equipaggio con Mike Horn, l’esploratore che ha firmato imprese impossibili mettendo spesso a rischio la propria vita e che stavolta sarà copilota di Despres. I due disputeranno la Dakar su un SSV con i colori ufficiali di Red Bull.

“Benvenuto a Mike Horn nello Junior Team Off Road di Red Bull”, annuncia Cyril Despres sul suo profilo social. “Condivideremo quella che sarà la mia partecipazione numero 20 alla Dakar, e sono certo che vi divertirete”, aggiunge il francese rivolgendosi ai suoi followers.

Il ‘terzo capitolo' della Dakar

Lo scorso anno Despres ha sorpreso il mondo piazzandosi quinto alla Dakar al volante di un buggy del Team X-Raid. Il francese si è aggiudicato due volte la categoria auto Silk Way Rally. Adesso lo aspetta una nuova avventura.

L’AMICIZIA CON L’ESPLORATORE - Tutto è nato dal fatto che Despres conosce da tempo l’esploratore sudafricano Mike Horn e gli ha offerto l'opportunità di essere il suo copilota in un Team Red Bull SSV. Entusiasta della possibilità di realizzare un sogno che aveva fin da bambino, ??il giramondo dei poli ha accettato la sfida, anche se la sua avventura sembrava a rischio. Infatti, la sua traversata dell'Oceano Artico con gli sci verso il Polo Nord è stata interrotta per la preoccupante riduzione dello strato di ghiaccio. I ritardi subiti e il pericolo a cui è stato esposto hanno minacciato di compromettere la formazione di questo illustre equipaggio alla Dakar. Ma alla fine Horn sarà in grado di rispettare il suo impegno nei confronti di Despres.

“La mia vita di esploratore mi ha portato in molti luoghi diversi e ora alla Dakar. Sono rimasto bloccato sul ghiaccio per un mese, ma per fortuna ora sto andando in Arabia Saudita per incontrare il mio amico Cyril Despres”, ha raccontato Mike Horn.

UNA NUOVA SFIDA - “Mi godo la vita e mi godo le gare, restituendo qualcosa allo sport che mi ha dato tanto”, dice Despres. “Quest’anno ci divertiremo alla Dakar. L’OT3 è divertente da guidare. Non vedo l’ora di ottenere il massimo da questo prototipo costruito appositamente e voglio contribuire al suo sviluppo futuro”.

Si tratta infatti di una categoria nuova, e un mezzo nuovo: l’OT3 è il primo prototipo side-by-side mai costruito specificatamente per correre in off-road. Con 177 cavalli e 290 Nm di coppia erogati dal motore turbo da 1000 cc omologato FIA, Despres ha un mezzo decisamente prestazionale in mano.

Da quando finanziò con un crowfunding la sua prima partecipazione alla Dakar nel 2000, fino ai suoi successi con KTM e Peugeot, Cyril Despres ha il continuo desiderio di velocità e navigazione. Per questo non ha mai saltato una Dakar. Quest’anno il francese affronterà una doppia sfida sportiva: punterà infatti alla vittoria nella categoria SSV, ma al contempo sarà anche protagonista dell'operazione Red Bull volta a promuovere la categoria e scoprire nuovi giovani talenti. Quest'anno, le speranze dell'operazione riguardano gli americani Blade Hildebrand, 21 anni, e Mitch Guthrie Jr, 23 anni.