Oggi, con diversi giorni di attesa, i piloti dell'Africa Eco Race, affronteranno la loro prima tappa ufficiale. Dopo una traversata del Mediterraneo, durata due giorni, i partecipanti della dodicesima edizione sono pronti a partire da Tangeri per raggiungere Tarda dove avranno il loro primo bivacco.

TUTTO PRONTO - Prima la partenza dal Principato di Monaco dove Alessandro Botturi, vincitore del titolo nella categoria moto della passata edizione, ha fatto da apripista, poi il trasferimento di tutti i partecipanti, con il traghetto che ha impiegato due giorni, fino al porto di Tangeri in Marocco, e oggi, finalmente lo “start” ufficiale di questa lunga maratona tra sabbia e terreni impervi che vedrà i piloti percorrere oltre 6000 chilometri tra Marocco, Mauritania e Senegal.

SI PARTE - La prima giornata, quella di oggi, prevede un percorso di 241 chilometri che porterà i partecipanti fino a Kenitra: per un tratto di strada si troveranno a passare nella foresta di querce di Mamora dove li attende un terreno sabbioso e un clima ventoso. Incontreranno diverse buche e solchi. Queste saranno le difficoltà maggiori previste per la prima tappa, il cui ordine d'arrivo verrà tenuto in considerazione per la partenza della giornata successiva.

Dopo questo primo warm up i partecipanti raggiungeranno, con un percorso di 500 chilometri il primo bivacco che si trova a Tarda dal quale ripartiranno il mattino successivo.

Non resta quindi che fare un grande in bocca al lupo a tutti i piloti!