Oggi i piloti della Dakar stanno affrontando la quarta tappa, ma Yamaha ha perso nel terzo stage uno dei suoi principali portacolori, nonché favorito, Adrien Van Beveren, che è stato costretto al ritiro. Il francese, infatti, è stato protagonista di un importante incidente dopo appena tre chilometri e questo ha decretato la fine della sua Dakar.

Dakar, tappa 3: Brabec più forte dei guai, vince e passa in vetta

Prontamente soccorso, ha diffuso informazioni sulle sue condizioni di salute la sorella Florence che ha scritto sul suo profilo Twitter: “Adrien è in buone mani nell’ospedale di Tabuk. La diagnosi medica è stata fatta e possiamo considerare Adrien fortunato, oltre ad alcune sbucciature (all’anca) e lividi, ha riportato la frattura della clavicola in tre punti”.

Vede così sfuggire anche quest’anno l’ambito traguardo Van Beveren, che era partito con la voglia di riscatto dopo il ritiro alla penultima tappa – causa rottura del motore – lo scorso anno.

Ora le speranze della casa di Iwata sono tutte riposte su Xavier de Soultrait, che nella terza tappa è incappato in una caduta dopo 350 km e si è procurato un taglio sul braccio. Così ha raccontato l’accaduto: “Ho fatto uno speciale davvero eccezionale e ho fatto un buon lavoro. Tuttavia, dopo 350 km, sono caduto a circa 15 km/h, ma quando ho allungato le mani per attutire la caduta mi sono tagliato il braccio. Ho dovuto mettere insieme un laccio emostatico per fermare l'emorragia. Puntavo a essere in una buona posizione ogni giorno, per concludere al meglio la prima settimana in vista della seconda. Sono ancora concentrato sull’obiettivo!”.

Al momento de Soultrait è decimo nella classifica generale, a quasi 20 minuti di ritardo dal primo.