Dopo una quarta difficile giornata per i piloti dell'Africa Eco Race, quella di oggi sarà l'ultima tappa che si svolgerà in Marocco e anche l'ultima gara di questa prima faticosa settimana che ha messo a dura prova tutti i partecipanti.
Nella giornata di oggi, quindi, i chilometri da percorrere saranno 473 da Smara a Wad Assag per poi raggiungere Dakhla per il bivacco notturno.

Italiani su e giù

A mantenere la vetta della classifica, è ancora Alessandro Botturi, che nonostante nella quarta tappa sia riuscito a chiudere soltanto in sesta posizione per un problema tecnico, continua a mantenere un distacco di 9 secondi dal norvegese Pal Anders Ullevalseter.
Con grande rammarico, invece, la tappa di ieri ha visto ritirarsi Franco Picco, che stava conducendo la classifica nella categoria 450. Per lui c'è stata la rottura del motore poco dopo l'inizio della prova speciale.
In ogni caso, tenace fino in fondo, ha deciso che continuerà a prendere parte alla gara fino all'arrivo a Dakar.

Una nuova giornata

Per tutti gli altri piloti ancora in gara, invece, quella di oggi sarà una nuova sfida che metterà alla prova fisico e mente: si parte da Smara con una discesa in direzione sud del Marocco che dovrà essere affrontata a forte velocità e che porterà i pilota a guidare lungo i tipici paesaggi desertici.
In ogni caso, come sempre, servirà grande attenzione nella guida e grande capacità di orientamento. Tutto questo sarà indispensabile per concludere questa prima settimana all'insegna di dune, sabbia e condizioni improbabili che porteranno i piloti dell'Africa Eco Race a raggiungere Wag Assag dopo ben 473 chilometri e succesivamente verrano trasportati a Dakhla dove finalmente potranno trovare il meritato riposo.
Per domani, domenica 12 gennaio, non è prevista invece nessuna tappa.