La nona giornata dell’Africa Eco Race va in archivio con la vittoria di Paolo Lucci: il forte portacolori della Husqvarna, alla sua prima partecipazione nell’estenuante rally, ha svettato alla fine della speciale ad anello – l’unica del genere in questa edizione della gara – che ha riportato i piloti al bivacco di Tidjika dopo 414,81 km.

Lucci ha impiegato 6 h 17’31’’, e con un gap di soli 2’18’’ è arrivato Alessandro Botturi in sella alla sua Yamaha. Un piazzamento prezioso per il bresciano, che si colloca ancora una volta davanti al suo primo rivale, il norvegese Pal Anders Ullevalseter, che perde altri 2’03’’ da Botturi. Il campione in carica riporta il suo vantaggio al comando della gara a 4’08’’ su Ullevalseter.

Con questa vittoria di tappa, Paolo Lucci si riporta in terza posizione assoluta, a 40’26’’ da Botturi, precedendo Poskitt.

Navigazione difficile

La speciale, ancora una volta, non è stata facile: l'organizzazione aveva stimato un tempo di quattro ore e mezzo per completarla e invece i piloti più veloci sono arrivati al traguardo in oltre sei ore.

“Sinceramente non capisco come abbiano fatto i conteggi”, dice Botturi all’arrivo. “In Marocco eravamo sempre in anticipo e questo ci sta, ma qui siamo in ritardo di ore. Ieri più di tre, oggi quasi due. Non so che medie prevedono per noi. Se ci sono le dune...e poi tanto fuoripista e fesh fesh, non è mica facile andare forte in quei punti. Senza calcolare la navigazione, che è sempre difficile”.

Ottimo quarto posto di giornata per Giovanni Gritti, su Honda, che precede la KTM di Lyndon Poskitt ed è undicecesimo nella classifica assoluta. Di poco fuori dalla top ten ma primo della classe 450 l’inossidabile Franco Picco, che dall’alto dei suoi 64 anni continua a relegare alle sue spalle tanti avversari.

La classifica di giornata

Per quanto riguarda gli altri italiani, oggi si è piazzato diciannovesimo Gabriele Minelli, terzo di giornata della classe Oltre 450, davanti a Blasco La Cavera. Con questo risultato Minelli passa al comando della classe Oltre 450, precedendo lo svedese Anders Berglund.

Ventiseiesimo nel Day 9 Davide Cominardi, trentesimo Fabrizio Bosetti davanti a Lorenzo Maestrami. Trentacinquesima posizione per un grande Nicola Dutto che, ricordiamo, corre senza l’ausilio delle gambe, e che si è piazzato davanti a Stefano Baldussi. Dutto è decimo di giornata nella classe Oltre 450 e nono nella classifica generale della classe. Cinquantaquattresimo oggi Pietro Maccali davanti a Paolo Caprioni, cinquantasettesimo Dario Bandinelli che precede Luciano Mario Pegoraro.