La dodicesima edizione di Africa Eco Race volge al termine: oggi la carovana dei protagonisti ha affrontato l’undicesima tappa: un totale di 473,65 km con una speciale di 187,16 km, da Idini a St. Louis. Come ogni anno l’ultima speciale in Mauritania è stata più corta, ma ha richiesto grande concentrazione. La speciale, in parte nuova, era particolarmente veloce, con qualche attraversamento di dune.

L’ultimo trasferimento su strada ha compreso il passaggio della diga e della frontiera senegalese per raggiungere il bivacco nel vecchio aeroporto di Sant Louis, dove questa sera i pioti potranno passare una serata forse più tranquilla, considerando che domani li attende l’ultimo sforzo, con una tappa relativamente breve, di 291,97 km soli 21,93 km che li porterà al lago Rosa di Dakar.

LUCCI SI CONFERMA

Primo al traguardo della speciale di oggi un grande Paolo Lucci, che è riuscito a confermarsi ancora e ha portato la sua Husqvarna al controllo orario dopo soltanto 2h14’38’’, riuscendo a imporsi per 13 secondi su Matt Sutherland. A 24 secondi da Lucci si è piazzato Jacek Czachor, battendo di appena 9 secondi Lyndon Poskitt.

Alessandro Botturi ha portato la sua Yamaha in quinta posizione, con un gap di soli 1’58’’ da Lucci, precedendo Konrad Dabrowski e – soprattutto – Pal Anders Ullevalseter, il norvegese della KTM che perde così ulteriormente terreno dal bresciano. La sua seconda posizione non sembra essere in discussione, perché ha un buon vantaggio su Paolo Lucci – oltre 11 minuti – ma ora il suo gap dal leader Alessandro Botturi è di 40’32’’.

Continua dunque l’elastico dei due minuti giornalieri che ha caratterizzato praticamente tutta la gara, con Botturi e ‘Ulleval’ che si alternano uno davanti all’altro nelle speciali, ma sempre con distacchi minimi, cosicché la lotta per la vittoria finale è rimasta sempre in bilico fra i due e sarà decisa domani, nell’ultima tappa, come nelle migliori sceneggiature.

Ottavo al traguardo un ottimo Giovanni Gritti che è decimo nella generale. Top ten per Blasco La Cavera, che ha preceduto Lorenzo Maestrami e Paolo Caprioni.

PICCO INOSSIDABILE

Franco Picco continua la sua serie di vittorie e anche oggi conclude primo della classe Oltre 450, nonché ottimo quindicesimo della classifica generale. Un’autentica impresa la sua: ricordiamo, infatti, che il vicentino ha 64 anni.

Diciottesimo al traguardo Davide Cominardi, ventitreesimo Gabriele Minelli, quarto di giornata della Over 450, dove è attualmente primo in classifica generale.

Per quanto riguarda gli altri italiani, ventinovesimo Luciano Mario Pegoraro, trentaquattresimo Fabrizio Bosetti, trentottesimo Dario Bandinelli.

Al momento in cui scriviamo, sono arrivati al traguardo 49 piloti e non è ancora transitato Nicola Dutto, il pilota KTM che sta portando avanti con grande determinazione la sua impresa con l’obiettivo di concludere la sua prima Africa Eco Race facendo conto soltanto sull’uso delle braccia.