La pandemia di Coronavirus non mostra cenni di cedimento e costringe anche gli organizzatori di Africa Eco Race a gettare la spugna. L’evento internazionale si stava preparando per la sua tredicesima edizione e aveva già un nutrito numero di iscritti, ma i numeri del contagio in aumento esponenziale in tanti Paesi del mondo hanno indotto Jean-Louis Schlesser ad annunciare la cancellazione della competizione africana, che era in programma dal 5 al 17 gennaio 2021.

Una storia di appassionati


Il nostro rally è sempre stato una storia di appassionati, organizzato da amanti dell'Africa e dei rally Tutto-Terreno che riunisce gli amanti dell’evasione, dell'avventura e degli sport motoristici, nel più grande rispetto degli impatti economici ed ecologici sui Paesi attraversati e sulle popolazioni”, scrive Jean-Louis Schlesser in una lettera aperta.

“Benché il 2020 sia stato caratterizzato da questa crisi sanitaria, tutto è stato implementato dal team
dell’organizzazione di Africa Eco Race per rendere un successo questa tredicesima edizione. L'obiettivo principale era di raggiungere un adattamento al Covid-19; una nuova rotta originale ‘Dakar-Dakar’, una nuova logistica, nuove tempistiche, il tutto accompagnato da uno specifico protocollo sanitario, senza dimenticare tutte le misure imposte dai vari Paesi da cui provengono i partecipanti", aggiunge Schlesser.

La rotta, infatti, era stata modificata senza passare per il Marocco, proprio perché il transito in questo Paese non era considerato sicuro sotto il profilo dell'emergenza Covid-19.

Una carovana di 600 persone


“Concorrenti, volontari, fornitori di servizi e partner hanno risposto confermando la loro presenza. Ad oggi le moto sono 63, 42 le auto/ssv e 13 camion, una carovana di quasi 600 persone, di una trentina di nazionalità, che si sono fidati di noi.

“Dopo tutti gli sforzi della mia squadra, stamattina ho dovuto prendere la dolorosa decisione di annullare la 13a edizione di Africa Eco Race, in programma dal 5 al 17 gennaio 2021", spiega l'organizzatore.

“Nonostante il lavoro organizzativo, il cui unico scopo era che questa edizione si svolgesse senza intoppi, fattori esterni e fuori dal nostro controllo ci costringono a prendere una decisione immediata perché un annullamento all’ultimo minuto sarebbe inconcepibile e catastrofico sia in termini sanitari che finanziari.

“Per rispetto dei nostri partecipanti, fornitori, volontari e partner, ci rifiutiamo di fargli correre un qualsiasi rischio legato al Covid-19 e alle sue conseguenze sulla nostra salute, ad oggi ancora poco valutate", continua Schlesser, che si occupa anche di tranquillizzare gli iscritti sugli aspetti economici. “Ai nostri partecipanti l'importo della caparra versata verrà rimborsato o posticipato secondo i desideri delle squadre".

“Vi do appuntamento a presto per parlarvi dei progetti 2021 e non vediamo l’ora di rivedervi nel 2022 per la quattordicesima edizione di Africa Eco Race”, conclude Jean-Louis Schlesser.

L'edizione numero 13 non verrà dunque recuperata, ma si passerà direttamente alla numero 14. Che sia un sistema per esorcizzare la sorte?

A questo punto, poi, è lecito chiedersi cosa farà l'organizzazione della Dakar, che è in programma in Arabia Saudita dal 3 al 15 gennaio 2021.

Botturi fa il bis all’Africa Eco Race