Dopo la morte di Goncalves sono arrivate altre brutte notizie dall’Arabia Saudita, dove quest’oggi si è chiusa la Dakar 2020: Edwin Straver è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Riyad, dopo una caduta nella penultima tappa del Rally Raid.

Stando a quanto riportato dai media olandesi, il 48enne della KTM sarebbe caduto tra il secondo ed il terzo waypoint dell’undicesima tappa, che ha portato i piloti da Shubaytah a Haradh, a una velocità di circa 50 km/h. Prontamente soccorso dall’elicottero allertato dai colleghi, Straver è stato trovato in arresto cardiaco e rianimato sul posto, prima di essere evacuato all’ospedale di Riyad, dove ulteriori accertamenti hanno evidenziato la rottura di una vertebra cervicale. Al momento in cui scriviamo, le condizioni dell’olandese restano critiche.

Il pilota della KTM era alla sua terza partecipazione alla Dakar, in cui era impegnato nella categoria senza assistenza “Original by Motul”, vinta lo scorso anno, chiudendo al 30° posto assoluto. Prima dell’incidente di ieri, Straver occupava la 38esima posizione della classifica generale.

La Dakar: la gara più pericolosa al mondo