A poco meno di due settimane dall'inizio della Dakar 2021, l'intera manifestazione rischia di essere clamorosamente cancellata. A mettere in pericolo la disputa del rally raid più importante del mondo è la scelta da parte del governo dell'Arabia Saudita di chiudere i confini per contenere la nuova ondata di Covid-19.

Le misure precauzionali


Per il momento, i voli sono stati cancellati per sette giorni, ma la decisione potrebbe essere estesa ad un'ulteriore settimana, impedendo così a team e piloti di raggiungere l'Arabia Saudita in tempo. L'unico modo per consentire al circus della Dakar di raggiungere Gedda sarebbe quello di utilizzare dei voli privati, che andrebberò tuttavia a far salire esponenzialmente i costi.

Inoltre, chi arriva dai Paesi europei, dovrebbe effettuare una quarantena di quattordici giorni prima di poter entrare nel Paese, perdendo così buona parte dell'eventuale gara a tappe, ripetendo poi il test anti-Covid ogni cinque giorni.

La speranza, come annunciato anche dal Ministro degli Interni saudita, è che gli sviluppi della pandemia siano meno gravi del previsto, consentendo a tutti di poter prendere parte alla manifestazione.

Dakar, Brabec critico sulla regola delle gomme: “Decisione folle”