Dakar: Kevin Benavides fa suo il Day 9, Cornejo Florimo resta leader

Dakar: Kevin Benavides fa suo il Day 9, Cornejo Florimo resta leader

Nel giorno del ritiro di Toby Price, il cileno della Honda allunga in vetta alla classifica generale. Podio di giornata targato Honda con Ricky Brabec e “Nacho” Cornejo Florimo. Primo degli italiani è Cesare Zacchetti

12 gennaio 2021

La nona speciale della Dakar si è dipanata su un percorso ad anello con partenza e ritorno a Neom, e ha previsto una speciale di 465 km e 109 km di trasferimento.

Una tappa che si è rivelata purtroppo negativa per diversi piloti: l’australiano Toby Price su KTM, secondo in classifica fino a ieri, e oggi costretto al ritiro per una caduta che gli ha procurato la frattura della clavicola e diverse contusioni. Poco prima di lui, ha dovuto dare forfait Ross Branch: il pilota del Botswana è incappato in un problema meccanico: un altro duro colpo per Yamaha dopo il ritiro di Franco Caimi ieri. Dakar finita anche per l’argentino Luciano Benavides, caduto al km 239 mentre era in terza posizione e costretto ad abbandonare la gara per un infortunio ad una spalla.

Kevin Benavides vittorioso


A vincere la nona speciale è invece il fratello di Luciano, Kevin Benavides su Honda, che si è piazzato davanti a Ricky Brabec e Nacho Cornejo Florimo per un podio interamente targato Honda. La vittoria di oggi e il ritiro di Toby Price, Kevin Benavides passa al secondo posto nella classifica generale, preceduto da Cornejo e inseguito da Sam Sunderland.

"Proprio ora ho ricevuto la notizia che mio fratello è caduto, sono molto dispiaciuto e spero che stia bene”, ha detto Kevin Benavides. “Oggi è stato un giorno particolare per me, a un anno da Paulo…”, ha aggiunto, riferendosi all’incidente che è costato la vita al suo compagno di squadra Paulo Gonçalves proprio un anno fa.

“Ho provato a spingere tutto il giorno, a rimanere concentrato, a mantenere la velocità e non commettere errori. Penso che sia stata una buona speciale. Nacho ha fatto un buon lavoro. Ho sentito che anche Toby (Price) è caduto, quindi oggi è stata una giornata davvero pericolosa. Sono felice di essere qui, di stare bene e che anche la moto non abbia problemi. Abbiamo ancora tre giorni per continuare a combattere. Ci sono ancora molti chilometri da fare, e penso che la strategia sia quella di continuare a rimanere concentrati perché tutto può cambiare in un secondo. Affronterò un giorno alla volta”, ha concluso Kevin Benavides.

Ai piedi del podio si è piazzato Sam Sunderland con la prima KTM, rallentato prima dai soccorsi al compagno di squadra Toby Price e poi da una caduta. Quinto Matthias Walkmer, anche lui su KTM, davanti Joan Barreda, su Honda. A completare la top 10, Lorenzo Santolino, su Sherco, Daniel Sanders su KTM, Skyler Howes su KTM del team Bas e Pablo Quintanilla su Husqvarna.

Ventitreesima posizione per Laia Sanz.

Gli italiani


Dopo il ritiro di Giovanni Stigliano e di Maurizio Gerini, sono rimasti solo due italiani in corsa per la Dakar 2021: Cesare Zacchetti, che oggi si è piazzato in quarantasettesima posizione, e Franco Picco, giunto immediatamente alle sue spalle.

Zacchetti è quarantunesimo in classifica generale e Picco è quarantacinquesimo. I due sono separati da circa 59 minuti di distacco.

Nella Original Motul, classifica riservata ai piloti senza assistenza, Cesare Zacchetti è settimo e Franco Picco è in decima posizione.

La classifica generale


Come anticipato, dopo le prime 9 tappe, la classifica della Dakar vede al comando José Ignacio Cornejo Florimo con 11’24” di vantaggio su Kevin Benavides. Terza posizione per Sam Sunderland a 14’34”. Il campione in carica Ricky Brabec è quarto a 17’26” e precede Joan Barreda di circa 11’30’. Sesta posizione per Daniel Sanders davanti a Skyler Howes, Lorenzo Santolino, Pablo Quintanella e Stefan Svitko.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi