Dopo le tante e brutte notizie che arrivano dalla Dakar 2021 (l'ultima propio questa mattina), c'è anche qualche spiraglio di luce a proposito di uno dei piloti che durante la lunga e difficile gara in Arabia Saudita era caduto malamente.

Si tratta di Santosh Chunchunguppe Shivanshankar, pilota indiano del team Hero MotoSports che aveva avuto un incidente durante la quarta tappa.

L'incidente e il trasferimento in ospedale


Santosh, era caduto al chilometro 135 della speciale battendo la testa. Portato subito all'Ospedale Saudi German di Riyadh con un trauma cranico, non era in pericolo di vita, ma le sue condizioni cliniche erano comunque critiche: “Non ha gravi lesioni fisiche tranne la spalla destra lussata e il trauma cranico. - avevano detto dal team Hero MotoSports subito dopo l'incidente - Il team medico che lo sta seguendo ha deciso che l'approccio migliore per gestire la lesione è ridurre al minimo le funzioni corporee e tenerlo in coma farmacologico”.

Dakar 2021: Barreda in ospedale per un check up alla testa

Il risveglio


Dal 6 gennaio, giorno della caduta, Santosh dopo il ricovero all'ospedale di Riyadh era stato poi trasportato finalmente nella sua terra, l'India. Da qui, dopo aver trascorso ancora diversi giorni in coma, finalmente nella giornata di ieri si è risvegliato. A riferirlo - come riportato da AS.com - è stata l'organizzazione gara dicendo che al risveglio Santosh ha riconosciuto subito la mamma. Il 37enne, in gara con il numero #50, dovrà continuare a stare in ospedale ancora per un po', ma la notizia del risveglio dopo tanti giorni in coma farmacologico è comunque molto positiva.

Dakar 2021, Day 12: vittoria per Kevin Benavides