Dakar: Franco Picco premiato da Federmoto

Dakar: Franco Picco premiato da Federmoto

“Partecipando alla Dakar 2021 Franco ha trasmesso ai piloti di ogni disciplina i valori del nostro sport: tenacia, perseveranza e capacità di raggiungere i propri obiettivi”, ha detto Copioli

Franco Picco continua a far parlare di sé dopo la sua impresa di portare a termine la Dakar alla rispettabile età di 65 anni, piazzandosi undicesimo nella categoria senza assistenza. Il forte pilota veneto ha ricevuto infatti anche un riconoscimento dalla Federazione Motociclistica Italiana, consegnato dal presidente Giovanni Copioli.

Picco ambasciatore del Motociclismo


“Partecipando alla Dakar 2021 Franco ha dimostrato tutto il suo coraggio e trasmesso ai piloti di ogni disciplina, soprattutto ai più giovani, i valori del nostro sport: tenacia, perseveranza e capacità di raggiungere i propri obiettivi”, ha detto Copioli.

Lo ha fatto nella categoria senza assistenza della Dakar, quindi in una gara ancora più complicata ed affascinante. Franco è un personaggio molto positivo per il motociclismo grazie al suo entusiasmo sconfinato per le due ruote, una passione che gli garantisce riscontro mediatico e grande seguito da parte dei motociclisti, come testimoniato da una delle nostre recenti dirette social. A rendere tutto ancora più significativo, il fatto che non abbia nessuna intenzione di smettere e che, anzi, stia già valutando quando e dove correre il suo trentesimo rally”. 

FXAction Group nomina i primi “Cavalieri del Cross d’Italia”

"Non dimentico il cross"


 “Sono onorato di ricevere dal Presidente Giovanni Copioli questa speciale onorificenza, che giunge in un momento molto particolare ed importante della mia vita e della mia storia sportiva”, ha commentato Franco Picco.

“Voglio estendere il mio ringraziamento a tutta la Federazione Motociclistica Italiana e a tutti i Moto Club che, con impegno e passione, permettono a piloti ed appassionati di praticare attività ad ogni livello.

“Anche nelle più lontane ed impegnative corse africane, non ho mai dimenticato le mie prime esperienze sui campi di cross e le opportunità che mi hanno fornito. Ancora oggi mi alleno sulle piste di motocross, con a fianco mio figlio diciassettenne Tommaso. Ringrazio ancora Giovanni Copioli per la telefonata e la sincera ed appassionata lettera di congratulazioni arrivata al ritorno da questa impresa alla Dakar 2021”.

Aneddoti e emozioni


Giunto a Roma per ritirare la targa celebrativa del suo exploit, Franco Picco ha ripercorso insieme alla dirigenza FMI l’ultima edizione del rally più celebre al mondo raccontando aneddoti e ricordi. Dai preparativi alle emozioni vissute una volta arrivato al traguardo finale, dai momenti più complicati nei giorni di gara alla grande collaborazione che animava tutti i piloti italiani.

Nato a Vicenza il 4 ottobre 1955, Picco ha disputato finora 29 rally nel corso della sua carriera vincendo due edizioni del Faraoni nel 1986 e nel 1992. Nel 1985 la sua prima Parigi - Dakar, competizione in cui vanta un 3° posto (proprio nell'anno di esordio) e due secondi posti (1988 e 1989). Ha partecipato a questa gara anche in auto, camion e quad. Nel suo palmares anche due titoli di motocross: il Campionato Italiano Juniores 250 vinto nel 1976 e il tricolore Seniores 500 conquistato nel 1978.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi