Dakar: rivincita di Benavides nella tappa 11, Sunderland di nuovo leader

Dakar: rivincita di Benavides nella tappa 11, Sunderland di nuovo leader© KTM Factory Racing

Il campione in carica ha chiuso al comando la penultima giornata, pur essendo ormai fuori classifica visto il ritiro nella scorsa speciale. L'inglese torna al comando della generale, mentre Petrucci è 17°

Kevin Benavides ha vissuto sia le gioie che i dolori in queste ultime due giornate della Dakar 2022. Dopo lo sfortunato ritiro per problemi tecnici avvenuto nella giornata di ieri, che l'hanno costretto a dire addio alle possibilità di confermarsi campione, nell'odierna tappa numero 11 (la penultima di questa edizione) l'argentino della KTM ha chiuso davanti a tutti, precedendo per una manciata di secondi Sam Sunderland.

Proprio l'inglese di casa Gas Gas è tornato al comando della classifica generale, approfittando delle difficoltà dei diretti rivali Matthias Walkner e, soprattutto, Adrien Van Beveren, il quale ha perso oltre venti minuti a causa delle difficoltà nella navigazione nei primi waypoint. Il più diretto inseguitore è ora il cileno Pablo Quntanilla, staccato però di quasi 7 minuti da Sunderland.

Dakar: grave incidente per Isaac Feliu, portato in ospedale con l'elicottero

Bene Danilo Petrucci, ancora nei primi venti


Podio di tappa anche per la Hero guidata da Joaquim Rodrigues, seguito dalla KTM del già citato Matthias Walkner e dal trio HRC formato da Brabec, Quintanilla e Cornejo Florimo, rispettvamente quinto, sesto e settimo al traguardo di fine tappa. Buona la prestazione di Danilo Petrucci, 17esimo e migliore degli italiani con la KTM Tech3 a 23 minuti dalla vetta in un percorso ad anello non semplice dal punto di vista della navigazione.

Tappa complicata anche per altri big quali Joan Barreda Bort, Luciano Benavides e Toby Price, oltre la ventesima posizione, i quali cercheranno il riscatto nell'ultima speciale prevista per la giornata di domani, da Bisha a Jeddah, dalla durata di soli 164 chilometri. La lotta per la vittoria di questa intensa edizione 2022, invece, sembra possa ormai essere un “affare a tre” tra Sunderland, Quintanilla e Walkner.

Enduro: Billy Bolt, l'uomo delle prime volte

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi