Terenzano ha ospitato in questo ultimo weekend la seconda e la terza prova del campionato italiano Speedway, iniziato lo scorso 18 giugno a Terenzano.

Entrambe le gare in programma sono state vinte dal campione uscente Nicolas Covatti, che già si era aggiudicato il round d’apertura.

L’italo-argentino portacolori del Moto Club Olimpia ha conquistato così il terzo successo stagionale in altrettante gare disputate, una settimana dopo l’amara serata nel GP Challenge disputato a Gorican in Croazia, chiusa al tredicesimo posto.

Così le gare


Quattordici i piloti italiani al via, per una formula di gara che si è articolata in diciotto batterie di qualifica che hanno delineato la classifica provvisoria. Le prime quattro posizioni hanno quindi disputato la manche finale.

In gara 2, punteggio pieno per Nicolas Covatti e Nicolas Vicentin al termine delle diciotto batterie, con cinque uscite e cinque vittorie per entrambi. Un punto in meno per Paco Castagna, che ha perso il duello con Covatti alla diciassettesima manche. Con loro in finale “Il Capitano” Alessandro Milanese, che a quarantott’anni non smette ancora di stupire.

All’alzata del nastro, è Covatti a prendere il comando della finale, inseguito da Vicentin e da Castagna, con quest’ultimo che sorpassa il rivale al termine del primo giro e si lancia all’inseguimento di Covatti, che mantiene la prima posizione sotto alla bandiera a scacchi. La domenica in gara 3, Tessari deve dare forfait in seguito ad un trauma al fianco riportato il giorno precedente, al via tredici piloti.

Covatti e Castagna si incrociano due volte nelle batterie di qualifica, regalando duelli ravvicinati e spettacolari che hanno premiato una volta a testa i due contendenti. Due giovani piloti under 21 hanno completato il quartetto della manche decisiva: il campione italiano in carica della categoria, Michele Menani, e un ritrovato Mattia Lenarduzzi, inserito nel progetto Pata Talenti Azzurri. Covatti indovina la partenza perfetta, Castagna insegue ma nulla può nei confronti dell’italo-argentino, che taglia il traguardo con un buon margine di sicurezza. Nelle retrovie, Lenarduzzi ha la meglio su Menani, cogliendo così il suo primo podio stagionale.

Il quarto e il quinto round del campionato italiano si disputeranno ancora a Terenzano sabato 19 e domenica 20 settembre.

MotoGP: Honda in burrasca, tra liti e nessuno che riesce a guidare la RC213V