I grandi protagonisti della finalissima sono stati i due campioni del mondo Tim Gajser su Honda Factory e Romain Febvre su Yamaha Monster Energy. Ma l’americano Malcolm Stewart (Honda Geico) non è certo stato a guardare i due europei andando a vincere la seconda finale della categoria Supercross.

Fin dalle prove di qualifica del pomeriggio si era capito che il neo campione del mondo della MXGP voleva conquistare il trofeo messo in palio dalla Off Road Pro Racing e ha subito spinto forte, prendendo anche numerosi rischi e cadendo ben due volte nella prima finale.

Anche Malcolm Stewart ha forzato tanto sul tracciato tecnico e insidioso, cercando nel “main event” di rimanere a contatto con i primi; nella prima frazione è scivolato, compromettendo la gara, ma si è ampiamente rifatto nella successiva andando a tagliare il traguardo per primo.

Romain Febvre, in conferenza stampa aveva dichiarato di non avere molta esperienza nel supercross, ma in gara ha messo in luce doti da grande campione vincendo l’assoluta.

Nella finalissima di serata, valida per la conquista dell’Arnhem SX, è scattato velocissimo al via Cedric Soubeyras (Suzuki), ma dopo qualche giro è stato attaccato da Febvre, mentre Gajser rimontava dalle retrovie. A pochi giri dal termine il campione in carica della MXGP si è portato a ridosso del leader e i due hanno dato vita ad un entusiasmante duello durato diversi giri che si è concluso sotto la bandiera a scacchi con la vittoria del pilota HRC. Alle spalle di Soubeyras ha terminato Stewart, che ha rimontato diverse posizioni dopo una partenza nelle retrovie.

Non solo i big della massima categoria in pista nell’arena olandese, ma anche tante altre categorie e nella 250 ha vinto l’italiano Morgan Lesiardo (Yamaha), seguito da Steven Mages (Kawasaki) e Kadie Walker (Suzuki).

Nella 125 vittoria di Calvin Fonvielle (Yamaha) che ha preceduto Bo Declercq (KTM) e Ryan Wittlon (KTM).

Adam Zsolt Kovacs (KTM) si è aggiudicato la 85 e ha preceduto Nikita Kucherov (Kawasaki) e Boyd Van Der Voorn (Husqvarna).

Per quanto riguarda i giovanissimi del KNMV Junior Trophy, la vittoria è andata a Olaf Wlodarcak (Cobra) davanti a Cobus Van De Vorstenbos (KTM) e Svenn Borger (KTM).

Lo staff italiano della Off Road Pro Racing sta già pensando al prossimo appuntamento al Gelredome a ottobre del 2017.