Il Monster Energy Supercross torna sotto l’egida AMA

Il Monster Energy Supercross torna sotto l’egida AMA© Supercross

Feld Motorsports, promoter del campionato, non ha rinnovato il contratto con la FIM facendolo tornare in mano americana. Jorge Viegas, Presidente FIM, lascia la porta aperta per un nuovo contratto

Presente in

La pandemia da Covid-19 ha cambiato gli scenari degli sport motoristici non solo in Europa ma anche in America. In questo senso Feld Motor Sports, il promoter dell’AMA Monster Energy Supercross, ha annunciato la fine del contratto con la FIM ed il conseguente ritorno del campionato sotto l’egida dell’AMA.

Fino al termine del contratto, il sodalizio tra FIM, Feld Motorsports ed AMA è durato per ben due decadi ed il coinvolgimento vero e proprio della FIM è cominciato all’inizio del nuovo millennio, quando il campionato ha guardato verso altri lidi per provare ad espandersi. Dal 2002 al 2006 il campionato è iniziato a dicembre spostandosi verso Svizzera, Olanda, Spagna e Canada prima di tornare tra le “mura amiche” americane.

Dal 2008 fino al 2017 Toronto è stata l’unica fermata del Supercross fuori dagli USA. La cancellazione e lo slittamento di tanti eventi dovuti alle restrizioni da Covid 19 hanno visto Feld Motor Sports ricalibrare la propria attenzione sul mercato interno in attesa di nuovi sviluppi per poter in un futuro tornare all’epoca pre-pandemica per gli eventi internazionali. 

L’AMA Supercross continua ad attrarre i migliori talenti sia da tutti gli angoli degli Stati Uniti che da tutto il mondo con forti rappresentanze di Germania, Francia, Giappone ed Australia. In più Feld Motorsports continua ad espandere le sue partnership con le TV di tutto il mondo grazie alla sua piattaforma di trasmissione che conta iscritti da 113 paesi.

Le parole di Jorge Viegas, Presidente FIM


A margine di questo annuncio, sono arrivate le parole del Presidente FIM Jorge Viegas che ha dichiarato: “In primo luogo, vorrei dire un enorme grazie a Feld Entertainment non solo per una partnership così lunga e fantastica, ma anche per il loro immenso lavoro nel rendere il Monster Energy AMA Supercross Championship il meraviglioso prodotto che è oggi. Credo fermamente che in circostanze normali l’accordo sarebbe stato prolungato per un ulteriore periodo e che avrebbe continuato a rafforzarsi. Detto questo, comprendiamo appieno la situazione attuale e rispettiamo la decisione che è stata presa. Con il continuo supporto della nostra federazione nazionale in Nord America, l'AMA, sono fiducioso che la serie riprenderà presto i livelli di cui godeva prima della pandemia e che in futuro avremo l'opportunità di esplorare un nuovo accordo. Nel frattempo, a nome della FIM, desidero augurare ai nostri amici americani ogni successo.”

AMA Supercross, Salt Lake City 2: Webb, Nichols e Cooper i campioni 2021

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi