È stata una finale al cardiopalma quella andata in scena a Budapest nel Campionato del mondo FIM X-Trial. Toni Bou e Adam Raga hanno lottato punto su punto per ottenere la vittoria ma dei due è riuscito a spuntarla l'ormai leggenda di questa disciplina, lo spagnolo del team Honda Repsol.

Toni Bou, in una delle prove più dure, è riuscito così a portare a casa la 65esima vittoria continuando la sua personale scalata alla conquista del Campionato.

La classifica

A parte questi due grandi campioni come Bou e Raga, il terzo gradino è stato preso dal pilota spagnolo Gabriel Marcelli, al suo primo podio nella sua breve carriera da pilota di trial, mentre la quarta piazza è andata a Jerony Fajardo. A completare la classifica il quinto posto di Jorge Casales, il sesto di Jaime Busto, il settimo Miquel Gelabert e il nono di Benoit Bincaz.

Al momento, dopo la terza tappa di Budapest (le prime due erano andate in scena a Reunion Island e Rennes), Toni Bou si trova al comando della classifica generale con 60 punti totali, seguito da Adam Raga a 45 e da Jaime Busto a 22.

Le dichiarazioni dei protagonisti

“È stata una vittoria molto limitata in un evento molto, molto difficile. - ha detto Toni Bou a fine gara - Nei primi due round mi sono sentito davvero bene e stavo guidando molto bene. Ma la finale è stata una storia diversa, perché ho fatto alcuni errori evitabili e le cose in modo molto rapido sono diventate piuttosto complicate. Adam ha guidato molto bene e merita le mie congratulazioni. Vincere anche quando sento che avrei potuto fare di meglio è una grande ricompensa”.

La felicità, nonostante la vittoria sfiorata, arriva anche da parte di Adam Raga: ”Sono molto felice perché ho raggiunto un livello molto alto ed ero in lizza fino alla fine. Le cose per me alla fine si sono fatte molto faticose a livello fisico, ma comunque, sono abbastanza contento della mia performance. E' stato tutto molto impegnativo, adesso dovrò ricaricare le batterie per Barcellona”.