L’anno scorso era stato Nicolò Bulega, cresciuto nella Coppa Italia e nel tricolore, a fare sua la vittoria del mondiale Moto3 Junior che si corre quasi esclusivamente in Spagna (su otto tappe, una sola a Le Mans e una all’Estoril). 

DAL CIV AL MONDO - Quest’anno è stato un altro talento azzurro maturato nel CIV a salire sul tetto del mondo della Moto3 dedicata ai giovani: si tratta di Lorenzo Dalla Porta, campione italiano della categoria nel 2012 che quest’anno, in sella alla KTM dello Sky Racing Team ha sostituito Fenati nella seconda parte della stagione mondiale. 

FINALE THRILLING - Il 19enne di Prato ha alzato il trofeo al cielo a Valencia, alla fine di un’ultima tappa da “romanzo”: in gara1, la sua Husqvarna ha avuto problemi sulla griglia di partenza a causa delle fiammate provenienti dal radiatore (bravi i tecnici del Team LaGlisse a risolverlo in tempi di record). Ripartito, il leader della classifica è caduto dopo due giri ma è riuscito a risalire in sella e chiudere tredicesimo. La vittoria di gara1 è andata al rivale Ramirez, che grazie al mezzo ko di Dalla Porta è riuscito a scavalcarlo in classifica generale e a presentarsi al via di gara2, decisiva per il titolo, con 8 punti di vantaggio. 

LA FORTUNA AIUTA GLI AUDACI - Dopo il via, la fortuna ha girato nel verso del toscano: il rivale Ramirez è scivolato al dodicesimo passaggio e Dalla Porta, grazie ad una rimonta da manuale fino al secondo posto (alle spalle del compagno di squadra Fernandez), è riuscito a riportarsi in testa alla classifica e a fare suo il titolo. 

PREMIO MONDIALE - Nel 2016, Dalla Porta ha conquistato quattro vittorie, tre secondi e due terzi posti su dodici manche disputate. Anche grazie a questi risultati, il prossimo anno correrà in pianta stabile nel mondiale Moto3 dalla prima gara, in sella alla Mahindra del Team Aspar. Un altro dei talenti azzurri arrivato dal CIV è pronto a diventare grande protagonista della categoria.