Scott Redding non riesce a stare lontano dalla pista e, a meno di una settimana dalla due giorni di test SBK a Portimao, dove ha siglato il miglior tempo della prima giornata, il pilota britannico è già tornato in sella.

In attesa di mettersi alla prova nella prima gara stagionale della Superbike, il neo acquisto del team Aruba Racing Ducati è stato protagonista di un allenamento al Ricardo Tormo di Valencia, con una Panigale V4 S.

L'allenamento a Valencia


Niente moto racing per Redding. A Valencia, il ducatista ha girato con una Rossa completamente di serie, senza specchietti, dotata di scarico Akrapovic, pneumatici slick e una molla più morbida al posteriore.

Dati certi, visto che a far trapelare informazioni sull'allenamento è stato niente di meno che l'amministratore delegato della Ducati, Claudio Domenicali, che ha voluto sottolineare il gran tempo stampato da Scott con la moto stradale.

1'34"05 per Redding e la Panigale V4 S. Un tempo strepitoso, se si pensa che a novembre, nei test pre-stagionali della MotoGP, Maverick Vinales ha siglato il miglior crono delle due giornate, fermando il cronometro in 1'29"849. Neanche 5" in meno del tempo di Scott. Si tratta di un confronto azzardato, certo, ma che sottolinea l'ottimo stato di forma di Redding, a suo agio con la Panigale, anche in versione "full standard".

La Ducati punta in alto nel 2020 e il campione in carica del BSB condivide in pieno le ambizioni da titolo della Casa bolognese. Tutto fa ben sperare in vista di Phillip Island, ma prima di raggiungere l'Australia c'è un ultimo impegno sull'agenda di Redding: la presentazione del team Aruba Ducati, del prossimo 12 febbraio.

Esclusiva, Fabrizio: “In Ducati punto su Redding”