Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Max Biaggi ed il richiamo della pista, fortissimo, sintetizzano il popolar detto. Il corsaro si è presentato al Mugello, in gran forma, ed ha guidato l’Aprilia RSV4 X, la quattro cilindri veneta che il pilota romano (pilota, sì, perché Biaggi è ancora veloce come alcuni più giovani titolari di selle in SBK e Moto2) conosce benissimo.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Live the Moment ! ‍??? APRILIA X

Un post condiviso da Max Biaggi (@maxbiaggiofficial) in data:

Sul tracciato toscano, il sei volte iridato si è divertito ed ha fatto divertire. I presenti nel paddock garantiscono tempi sul giro siglati di tutto rispetto e c’è da crederci; lo stile di guida di Max è rimasto bellissimo, pulito, redditizio. La moto è l’arma totale - di serie - di un marchio che ha fatto e che fa la storia delle due ruote. Insieme, Biaggi ed Aprilia hanno conquistato tre titoli della 250 Grand Prix e due in Superbike. Oltre al cuore dei tifosi.

Biaggi: “Molti fan vogliono un rientro da qualche parte”

In ottemperanza delle normative imposte dalla pandemia, il campione si è presentato nel garage indossante la mascherina: un esempio per tutti. 

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

I’m back ..... @aprilia ‍?? Aprilia 1.100 X

Un post condiviso da Max Biaggi (@maxbiaggiofficial) in data:

Giovedì 11 giugno alle 18:30, il "Corsaro" sarà ospite della nostra video rubrica Scatto Sprint, per parlare dei suoi anni d'oro in Superbike. Se avete domande per lui, andate al post sulla nostra pagina Facebook e scrivetele nei commenti!

Max Biaggi e Anna Falchi, 20 anni dopo