Claudio Corti ha trovato l’America… nel senso che in America è tornato a vincere, cosa che gli mancava da qualche anno. Proprio quando aveva pensato di appendere il casco al chiodo, dopo aver fatto già una stagione quasi completamente a casa nel 2015, all’inizio di quest’anno gli è arrivata la proposta di correre nel Moto America, il campionato nato dalle ceneri dell’AMA Superbike, e in  sella all’Aprilia del team SBK Racing ha cominciato a mietere successi. Nonostante non conoscesse la maggior parte delle piste. Come quella della Virginia, dove questo weekend ha concluso in quinta posizione assoluta, primo della Superstock, balzando anche in vetta alla classifica di campionato.

In gara2, purtroppo, problemi di elettronica lo hanno relegato nelle retrovie, ma è riuscito a risalire dall’ultima piazza fino alla dodicesima posizione, a settima della Superstock, rafforzando il suo primato.

Per quanto riguarda la classe Superbike, gara1 è andata a Josh Hayes, che si è piazzato davanti a Roger Hayden e a Toni Elias: Hayes, che ha già vinto quattro volte il titolo AMA Superbike, è il leader dela classifica generale. Si è avvicinato alla vetta il campione in carica Cameron Baubier, vincitore di gara2, proprio davanti a Hayes con lo spagnolo Toni Elias ancora sul terzo gradino del podio.

Il prossimo appuntamento con il campionato Moto America sarà ad Elkhart Lake, storico tracciato nel Wisconsin, nel weekend del 4 e 5 giugno.