Jonas Folger vuole rilanciare la propria carriera di pilota, svestendo definitivamente i panni del collaudatore. Il tedesco ha fame di gare e, per soddisfare un appetito venutogli a mancare ad inizio 2018 - a causa di problemi virali che lo debilitarono - ha deciso di ripartire dalla madrepatria: la Germania. Il ventiseienne di Mùldort am Inn, dopo cinque presenze in Moto2 quest’anno, parteciperà ad una stagione completa nell’IDM, campionato tedesco di livello, nel quale è impegnato anche Alessandro Polita con la Honda Holzhauer. Per Folger, invece, verrà affidata una nuova e fiammante R1 M. Di fatto, Jonas tornerà a guidare una Yamaha, marca che ha rappresentato in MotoGP. Il progetto del team Bonovo Action By MGM Racing prevede tutti i round previsti nel calendario tedesco, oltre ad almeno una wild card mondiale, presumibilmente sul rientrante tracciato di Oschersleben.

Folger è soddisfatto e non vede l’ora di tornare in bagarre: “Dopo una lunga riflessione ed agitazione, qualcosa è cambiato in me - svela Jonas - ovvero, il mio desiderio di corse. Ecco perché voglio iniziare con il team di Michael Galinski: l’obiettivo è vincere il campionato IDM, con varie intrusioni da wild card nel mondiale. Nel 2021 voglio un posto fisso in SBK. Mi sento in grado di acquisire maggiore sicurezza, accrescendo anche la mia esperienza di pilota. Il mio nuovo percorso mi riporterà in manifestazioni motoristiche importanti”. Il team manager Galinski non può che essere felice, sentendo le dichiarazioni del nuovo ingaggiato: felice è anche Dorna, che avrà un rappresentante germanico con la voglia di emergere. Attendendo le decisioni di Sandro Cortese, in bilico tra derivate e Motomondiale.