Con il titolo conquistato insieme a Scott Redding - poi passato al mondiale - il team PBM parte per vincere ancora il British Superbike, portando nuovamente in gara le Ducati Panigale V4 R.

Rimasto l’australiano Joshua Brookes, già campione con la Yamaha R1 - preso da poco Christian Iddon, visto in azione anche nelle serie internazionali, Paul Bird è molto contento. L’obiettivo minimo dichiarato è di inserire entrambi in piloti nello Showdown finale.

Anche in questo 2020 la Rossa si farà valere Oltremanica. L’anno scorso le Ducati presenti al via hanno quasi monopolizzato la competizione, quest’anno sarà un po’ più dura, in teoria: Yamaha e Honda mettono pista le moto nuove, Kawasaki supporta ufficialmente i team in verde, Suzuki è sempre tra i migliori.

Il Paul Bird Motosport, avendo la capacità economica per farlo, sosterrà dei test preliminari nella calda Spagna ed in Portogallo. Nel Regno Unito le ostilità inizieranno il 10 aprile a Silverstone e cesseranno il 10 ottobre a Brands Hatch.

BSB: il calendario del 2020