Giusto il tempo di impacchettare tutto e raggiungere l’Andalusia, che per la Superbike britannica è di nuovo il momento di riaccendere i motori. A un giorno di distanza dalla tre giorni di test a Monteblanco, si è svolta la prima delle due nuove giornate di collaudi del BSB, che si è aperta da dove avevamo lasciato: Tommy Bridewell a dettare il ritmo davanti a Josh Brookes.

Con il tempo di 1’41”365, siglato nell’ultima delle quattro sessioni di giornata, il rider del team Oxford Racing Moto Rapido ha issato la sua Ducati davanti a tutti, scavalcando per 71 millesimi la Rossa dell’australiano del team VisionTrack PBM, che non è riuscito a migliorare il crono messo a referto nel terzo turno.

Terzo a 256 millesimi dalla vetta, Tarran Mackenzie (McAMS Yamaha), che precede le solite BMW S 1000 RR dei portacolori Rich Energy OMG Racing, Luke Mossey e Hector Barberà. Chi sembra aver particolarmente apprezzato l’aria di Jerez, però, è Peter Hickman (BMW Smiths Racing BMW), che ha mancato la top 5 per soli 13 millesimi.

In settima piazza con il tempo di 1’41”960, Christian Iddon (VisionTrack PBM), che ha piazzato la sua Panigale davanti ai compagni di squadra Jack Kennedy e Dan Linfoot (Santander Salt TAG Yamaha) e alla Kawasaki di Ryan Vickers (RAF Regular & Reserve Kawasaki), decima a 1”1 da Bridewell.

Ventinovesimo con un personal best di 1’47”962, Michael Dunlop (VisionTrack PBM), giunto a Jerez per iniziare a prendere contatto con quella che sarà la sua nuova arma per il Tourist Trophy.