Il 2020 sarebbe dovuto essere l'anno d'esordio della Yamaha R3 bLU cRU FIM European Cup, ma l'incertezza legata alla pandemia di Coronavirus ha costretto Yamaha Motor Europe a rivedere i suo piani e rimandare al prossimo anno la prima edizione della serie.

Grazie alla collaborazione tra Yamaha Motor Europe, FIM Europe e la Dorna, supportata da JiR (Japan Italy Racing), la Coppa europea R3 avrebbe dovuto affiancare il Mondiale SBK in otto round della stagione 2020. Ma le restrizioni sui viaggi e i protocolli di sicurezza imposti dal Covid-19, che avrebbero influenzato negativamente l'allenamento con i coach dei giovani piloti, insieme alla preoccupazione riguardante l'incremento del personale durante i round della Superbike, hanno portato all'invitabile decisione di cancellare la stagione inaugurale del campionato.

"È con profondo rammarico che dobbiamo annunciare l'annullamento della Yamaha R3 bLU cRU FIM European Cup per il 2020", ha dichiarato il Direttore Sportivo di Dorna SBK, Gregorio Lavilla. "Questa nuova entusiasmante iniziativa per coltivare giovani talenti, lanciandoli sul palcoscenico mondiale, era una grande opportunità per aiutare a crescere i giovani talenti. La maggior parte dei piloti oltreoceano avrebbe dovuto affrontare diverse restrizioni di viaggio, mentre il distanziamento sociale avrebbe ostacolato i loro progressi come giovani rider in una fase cruciale delle loro carriere, dato che l'apporto di mentori e coach rappresenta gran parte dell'iniziativa. Tuttavia, ci sono piani in corso per il 2021, che aggiungeranno spettacolo al programma della SBK, che porteranno grandi gare, dando ai piloti l'opportunità di imparare su alcuni dei circuiti più iconici del mondo". 

Tutto rimandato al prossimo anno quindi, quando Yamaha conta di mettere in pista il suo intero regimento di 36 piloti dai 12 anni in su, equipaggiati con una Yamaha R3, pneumatici Pirelli, kit gara e l'assistenza di tecnici e allenatori.

MotoGP, Uccio: “Rossi continuerà in Petronas insieme a Morbidelli”