L’attesa e le incertezze sembrano essere finite anche per quanto riguarda il calendario del CEV: la Federazione Motociclistica Internazionale ha ufficializzato, infatti, le date del campionato, più volte rivoluzionato per la pandemia di Coronavirus.

Dopo i primi due round già annunciati in Portogallo, il 7 luglio all’Estoril e il 13 luglio a Portimao, ci saranno altri tre appuntamenti, tutti in Spagna, e tutti doppi: a Jerez a fine agosto, al MotorLand Aragon i primi di ottobre, e al Ricardo Tormo di Valencia nell’ultimo weekend di ottobre, per un totale di otto gare.

Le date del CEV comprendono il mondiale Moto3 Junior, l'europeo Moto2 e lo European Talent Cup.

Si torna a correre nel weekend


Mentre i primi due round in Portogallo si disputeranno in giorni in infrasettimanali - martedì 7 luglio le gare all’Estoril e lunedì 13 luglio a Portimao -  per i doppi round si torna all’appuntamento del weekend.

Il programma per i round in Spagna prevede, dunque, le sessioni di test ufficiali il mercoledì e il giovedì, le qualifiche il venerdì, e le gare il sabato e la domenica.

Per quanto riguarda la possibilità di aprire il circuito al pubblico, e anche per la ‘capienza’ del paddock, la Federazione Motociclistica Internazionale ricorda che tutto dipenderà dall’evoluzione della pandemia e dalle conseguenti decisioni delle autorità competenti.

Il calendario


07 luglio - Circuito do Estoril Portogallo

13 luglio - Autódromo Internacional Algarve Portogallo

29 agosto - Circuito de Jerez – Ángel Nieto Spagna

30 agosto - Circuito de Jerez – Ángel Nieto Spagna

03 ottobre -  MotorLand Aragón Spagna

04 ottobre -  MotorLand Aragón Spagna

31 ottobre - Circuit Ricardo Tormo Spagna

01 novembre - Circuit Ricardo Tormo Spagna

Stoner: “Deludente veder Rossi retrocedere in un team privato”