E’ possibile replicare esattamente lo stesso podio in due gare? E’ proprio quello che è successo in Virginia sul tracciato di Road Atlanta. In entrambe le gare, dominate da un fantastico Cameron Beaubier, il podio è stato completato dal team mate Jake Gagne e da Matthew Scholtz.

Gara 1


Nella prima corsa il campione in carica ha lasciato sfogare il suo compagno di box Jake Gagne per poi sferrare l’attacco decisivo dopo metà gara, vincendo con oltre 4” di vantaggio. Terzo appunto Matthew Scholtz, molto staccato dalle due Yamaha ed in accesa bagarre con le Suzuki di Elias e Fong.

Gara 1 da dimenticare, invece, sia per Kyle Wyman che per Josh Herrin. L’alfiere Ducati si è dovuto ritirare dopo 4 minuti per un problema tecnico, mentre la gara di Herrin è durata 6’, dopo aver accusato un problema alla sua BMW anche nel giro di allineamento. Due possibili protagonisti per il podio tagliati fuori da problemi alle rispettive moto.

Gara 2


La seconda gara inizia subito con una bandiera rossa per la caduta del brasiliano Danilo Lewis alla curva 7. Gara interrotta per pulire i detriti della moto del brasiliano. Alla ripartenza è Elias a prendersi l’holeshot davanti a Gagne, ma Beaubier torna subito al comando prima delle esse imponendo il suo ritmo alla gara. Gagne si piazza in seconda posizione provando a tenere il passo del campione in carica. Alla fine il ditacco tra le due Yamaha è di soli 2”5 mentre Scholtz chiude a 6”1 da Beaubier. Fong batte Elias per la quarta posizione con Wyman che porta a casa un sesto posto per dimenticare lo zero di Gara 1

Le parole del vincitore


"Sicuramente mi sento davvero bene in questo momento - ha detto Beaubier - È stata una fonte di ispirazione il modo in cui Richard (Stanboli) ha settato l'elettronica e il modo in cui la moto mi si addice. Mi sto davvero divertendo a guidare in questo momento. Mi sto solo divertendo. Ho visto Toni (Elias) ... ha ottenuto l'holeshot. Per un secondo ho pensato che fosse Jake (Gagne). Ero tipo 'oh, cavolo. Devo tornare davanti il più velocemente possibile'. Ma alla fine è stato Toni. L'ho passato subito nella seconda curva e mi sono assicurato di entrare per primo nella chicane. Sapevo quanto velocemente Jake fosse andato stamattina. Ha progredito per tutto il weekend e sta diventando sempre più veloce. Sapevo che dovevo solo abbassare la testa. So che Toni è piuttosto difficile da superare. Sapevo che era al secondo posto e ho dato tutto quello che avevo per la prima metà della gara e poi mi sono messo in modalità gestione".

"È andata davvero bene. Questo fine settimana non abbiamo cambiato molto sulla moto, ma un paio di piccole modifiche hanno reso la guida più comoda - ha continuato -. Come pilota, sono sicuro che questi ragazzi dicano tutti la stessa cosa. Questo tracciato è piuttosto fisico. Potresti essere un passo fuori andando nella chicane o staccando forte nell'ultima sezione rovinando le tre curve successive. Penso che sia solo una testimonianza di quanto Richard ci metta a nostro agio con queste cose. Come ha detto Jake, è bello avere tre Yamaha sul podio ogni giorno. Non vedo l'ora di andare al prossimo round”.

Dopo tre round e sei gare la classifica recita: Beaubier in testa con 125 punti contro i 106 del suo compagno di box Jake Gagne, Matthew Scholtz passa in terza posizione a quota 76 punti.

Prossimo appuntamento a Pittsburgh per un bel back to back di gare.