Non inizia nel migliore dei modi la marcia di avvicinamento al terzo triple header stagionale del BSB, quello di Silverstone sul tracciato National. Questa mattina infatti, il team Santander Salt TAG Yamaha ha preso la decisione di interrompere la stagione dopo solamente due round dei sei in programma.

Decisione dura e difficile ma dovuta a gravi problemi di chattering che hanno minato l’inizio di stagione del team che ha in Dan Linfoot e Jack Kennedy, due volte campione inglese Supersport, i suoi piloti di punta nella Superbike.

Come riportato da bikesportnews.com, il team di proprietà di Gary Winfield le ha provate tutte per sopperire ai problemi di chattering che non hanno permesso a Linfoot e Kennedy di lottare almeno per la top 10 in queste prime sei gare. La moto è stata persino stravolta per cercare di risolvere il problema che puntualmente si presentava in ogni occasione ed è stata coinvolta anche Ohlins per cercare di dare una mano ai piloti. 

La squadra non ha potuto far altro che prendere questa dura decisione di ritirarsi dal campionato 2020 per presentarsi nel 2021 con un progetto nuovo che permetta al riconfermato Linfoot di tornare ad essere competitivo per la top 10 di ogni gara.

Santander Salt TAG continuerà nelle classi Superstock 600 e 1000 con Liam Delves e Shaun Winfield, quest’ultimo riconfermato anche per la stagione 2021. A margine della notizia, è arrivata la conferma del rinnovo di Linfoot per l’anno prossimo e le trattative in stato avanzato con Kennedy per un altro anno in seno alla squadra.

BSB, Snetterton: Glenn Irwin in fuga, ma che spettacolo!

Le parole del team


A conclusione di questa notizia sono arrivate le parole del boss Gary Winfield e dei piloti Linfoot e Kennedy, uniti più che mai in seguito a questa decisione ma più determinati che mai verso un 2021 da protagonitsti

Gary Winfield, boss del team, ha dichiarato: “Siamo felici di aver rinnovato con Dan anche per il 2021 ed averlo fatto così presto dimostra le nostre intenzioni. Dan è stato incredibilmente professionale nel continuare il suo lavoro nonostante tutti i problemi avuti in questi ultimi 18 mesi. La prossima sarà la sua terza stagione con noi e siamo contenti che abbia deciso di rimanere con noi così in fretta. Noi e Dan sappiamo che quello che è successo negli ultimi sei round non è stato bello, è stata una decisione di ambo le parti di concentrarci sul 2021 ed è quello che stiamo facendo. Auguro a Dan e Jack buona fortuna per il resto del 2020.”

Dan Linfoot, 19° nell'ultima gara disputata, ha dichiarato: “Sono felice di rimanere con il team anche l’anno prossimo nonostante questa notizia risulti strana a molti visto il ritiro dal campionato in corso. Amo lavorare con il team e non vedo l’ora di conoscere cosa ci riserverà il futuro. Il nostro ritiro dalla stagione in corso ci ha portati a parlare dei piani per il 2021, stagione che ci vedrà di nuovo in griglia con un pacchetto diverso. Il team mi è sempre stato accanto nei momenti difficili e mi ha incoraggiato a trovarmi un team per il resto della stagione, sono estremamente grato a loro e non vedo l’ora di essere di nuovo là in griglia. Sono assolutamente dalla parte del team di ritirarsi dal resto della stagione ma sono fiducioso che l’anno prossimo saremo dove avremmo sempre dovuto essere. Il mio obiettivo è tornare nel 2021 più forte e mostrare che cosa possiamo fare.”

Jack Kennedy fa eco al suo compagno di box dicendo che: “Il 2020 è stato strano sotto tutti gli aspetti e questa stagione non è andata secondo i piani. E’ una situazione difficile nella quale non mi sono mai trovato ma penso sia la soluzione giusta e dà a tutti l’opportunità di lavorare insieme per un unico obiettivo. Il team ha preso una decisione difficile e ad essere sinceri sono stati onesti con me. Hanno riposto fiducia in me dandomi l’opportunità di trovarmi un’altra sella per il resto del 2020 e offrirmi di correre ancora con TAG Racing nel 2021.”