Avete presente il Marquez del 2014 e la sua serie di vittorie consecutive interrotta solo da Pedrosa a Brno? Ecco, prendete quella come riferimento per vedere cosa sta facendo Cameron Beaubier nel MotoAmerica di quest’anno. Dopo l’errore di Road America 2 non ha più sbagliato un colpo ed anche in New Jersey si è portato a casa entrambe le gare mettendo le mani sul quinto titolo in carriera. 

Con tre round ancora da disputare, l’aritmetica non condanna ancora Jake Gagne, ma il distacco di 84 punti dal compagno di box è pressochè incolmabile perché Cameron non sbaglia un colpo ed è dura recuperare punti ad un pilota così talentuoso come il 27enne californiano.

Gara 1


Nella prima gara ci sono almeno 2-3 situazioni degne di nota, a parte il solito dominio di Beaubier dal semaforo verde alla bandiera a scacchi dei 21 giri del tracciato del New Jersey. La prima è il primo errore stagionale di Jake Gagne, che spiana la strada a Beaubier nella lotta al titolo. Un violento highside ha messo fine alla gara di Jake mentre era all’inseguimento del capitano del team Yamaha Attack Performance. Caso curioso: Jake Gagne è l’unico ritirato della gara visto che Michael Gilbert ed Ashton Yates non sono partiti.

La seconda è la fine della striscia di gare senza podi per Toni Elias. Lo spagnolo sale sul gradino del podio per la prima volta in stagione e batte un opaco Bobby Fong, limitato dai problemi al polso. La terza è che tra le Suzuki di Elias e Fong si piazza Kyle Wyman con la sua V4R ricostruita dopo il botto nei test del giovedì prima della gara al Ridge.

Gara 2


La seconda frazione, accorciata per via di una bandiera rossa causata dai detriti della moto di Bradley Ward (femore rotto e diversi problemi a braccio e polso), vede un dominio meno netto di Beaubier rispetto a Gara 1. Il 27enne californiano precede per meno di 3” il suo compagno di box Gagne, che batte in volata Matthew Scholtz per un podio tutto Yamaha. Poi le due Suzuki di Fong ed Elias davanti a Wyman che con i due arrivi in top 10 guadagna punti in campionato e si riporta davanti ad Herrin per 8 punti grazie al weekend storto del pilota BMW.

Con le 11 vittorie all’attivo, Beaubier è pronto a prendere e superare il record di vittorie in una singola stagione (16) e mancando ancora 6 gare può ancora farcela… 

Grazie a questa doppietta in New Jersey, il punteggio in campionato del 27enne californiano sale a 275 contro i 191 di Gagne, 84 punti di margine sul suo più diretto inseguitore, mentre Scholtz è a soli 6 punti da Gagne grazie all’errore di Jake in gara-1. Fong è quarto a 138 punti davanti ad Elias e Kyle Wyman a quota 112. 

Prossimo appuntamento


Si torna in pista subito questo weekend per un altro back-to-back di round del MotoAmerica. Dal New Jersey si scende a Birmingham, in Alabama per il settimo appuntamento stagionale che può già consegnare il titolo a Cameron Beaubier con due round di anticipo sulla fine della stagione.

MotoAmerica: da Ovest a Est per la tappa del New Jersey