Giro di boa della stagione per il campionato inglese. Si va ad Oulton Park per il quarto round stagionale di un campionato fin qui pazzo e divertente ma che ha ancora in Glenn Irwin il suo leader fin dalla fine del primo triple header di Donington Park

Il round di Oulton Park, come anche quelli precedenti, sarà a porte chiuse in ottemperanza alle leggi nazionali in materia di contenimento del Covid-19 visti i casi in rapida ascesa negli ultimi giorni.

Ritorni e nuovi innesti


La bella notizia verso il weekend è il ritorno di Keith Farmer, messo ko da un infortunio prima dello start della stagione al quale è seguita una operazione al legamento della spalla. Farmer, dopo un test effettuato la settimana scorsa per testare la sua spalla, si è convinto di poter gareggiare e sarà al via del quarto round. Con il ritorno di Farmer, Buildbase Suzuki potrà attaccare a tre punte con Ryde e Gino Rea

La seconda notizia importante verso Oulton è l’ingaggio di Jack Kennedy al fianco di Ryan Vickers nel team RAF Kawasaki per il resto della stagione 2020. Questo a seguito del ritiro dalla stagione di Santander Salt TAG Racing Yamaha che ha comunque incitato i suoi piloti, Linfoot e Kennedy a cercarsi un’altra sistemazione per il finale di stagione.

BSB, Silverstone: il team Santander Salt TAG Yamaha conclude anzitempo la stagione

Per quanto riguarda la formazione di Lee Hardy si tratta di un ritorno al doppio pilota come nel 2016 quando in squadra c’erano Alistair Seeley e Jake Dixon.

I valori in campo


Ci siamo lasciati con il triple header di Silverstone che ha sparigliato le carte grazie ad una ventata di freschezza portata dai giovani Tarran MacKenzie, vittoria in gara-1, e Kyle Ryde, vittoria in gara-2 e gara-3, che si sono spartiti il bottino nelle tre gare dell’ultimo weekend prima di questa pausa. Tarran e Kyle sono anche il sesto e settimo vincitore in questo primo scorcio di campionato prima di affrontare la seconda parte.

BSB, Silverstone: Tarran MacKenzie e Kyle Ryde si spartiscono il bottino

Glenn Irwin arriva ad Oulton Park forte ancora della sua leadership che dura ormai dalla fine del primo round ma la pressione è tutta sul pilota Honda che fin qui ha raccolto soltanto una vittoria e tanti piazzamenti, importanti certo per stare ancora al vertice ma alla lunga possono non bastare per portarsi a casa il titolo. Glenn ha bisogno disperato dell’aiuto del fratello Andrew, ripresosi leggermente a Silverstone dopo il disastro di Snetterton. 

Dietro di lui infatti scalpitano, a cominciare da Josh Brookes e Tommy Bridewell secondi a pari punti e a -35 dal pilota Honda. Anche Kyle Ryde, quarto vuole unirsi alla festa tirandosi dietro la Yamaha di O’Halloran, mentre un pelo più staccato è Iddon con la terza Ducati in classifica. 

Pronostico


Con un campionato così tirato è sempre difficile fare un pronostico perché può succedere sempre di tutto ed ogni gara ha una storia a sé come diceva Andrew Irwin al termine del round di Donington Park. Se Silverstone ha sorriso a Yamaha e Suzuki, Oulton Park può riportare Honda e Ducati davanti a meno di cataclismi.