Quella di oggi è una giornata per certi versi storica. FIM, DORNA e MSVR, gli organizzatori del BSB, si sono seduti ad un tavolo per trovare un accordo sul futuro della Supersport, la classe intermedia che dovrà necessariamente cambiare volto se vorrà sopravvivere alle necessità del mercato attuale.

Se il nuovo regolamento verrà adottato nella Supersport Mondiale soltanto nel 2022, nel 2021 sarà il campionato inglese a fare da apripista a questo cambio regolamentare. 

Galeotta fu l’idea di introdurre la Supersport 300, una categoria che, a dispetto del nome, conteneva moto di diverse cilindrate ed architetture motore dalle prestazioni equilibrate per garantire parità di competizione. 

La Supersport degli anni passati poteva contare su moto di 600 cc di cilindrata e 4 cilindri, le 636 sempre a 4 cilindri, le 675 a 3 cilindri e le 750 bicilindriche. Ma negli ultimi anni nella 600 Mondiale sono rimaste solamente moto di 600 cc e 675 cc ed una svecchiata alla formula può fare solo bene.

Il cambio permetterebbe quindi a Case diverse di entrare/rientrare in Supersport con il proprio modello del segmento, due su tutte la Triumph 765 e la Ducati 955.

E proprio su questi due modelli si concentreranno gli organizzatori del BSB. MSVR infatti introdurrà dapprima la tre cilindri e nel corso della stagione la moto italiana per verificare la bontà delle regole e se le stesse potranno essere applicate nella Supersport Mondiale 2022.

Le parole di Stuart Higgs, Gregorio Lavilla e Franck Vayssiè


Al termine di questo accordo sono arrivate le prime parole dai responsabili di MSVR, Dorna e FIM 

Stuart Higgs, Direttore del Campionato MSVR BSB, ha detto: ”La classe Supersport è molto importante per tutte le realtà che gareggiano in ambito internazionale e nazionale. In precedenza molte Case e moto con configurazioni diverse hanno gareggiato insieme ma abbiamo assistito a un calo in relazione ai cambiamenti del mercato. Resettare e ridefinire la categoria fornirà un grande stimolo e un grande futuro per la classe intermedia delle derivate di serie. Sono molto entusiasta di poter collaborare a questo progetto lavorando a stretto contatto con i nostri amici di FIM e Dorna”. 

Gregorio Lavilla – Direttore Esecutivo | Area Sporting & Organization WorldSBK: “Siamo sempre aperti alle soluzioni che permettono di migliorare il mondo dello sport a motore e sono felice di vedere che le nostre idee coincidano con quelle di molti Organizzatori a livello nazionale e della FIM. Il sostegno di MSVR ci aiuterà a sviluppare questa grande idea e lavoreremo a stretto contatto con tutte le parti coinvolte in modo tale che ciò rappresenti un bel successo, per avere in futuro le stesse regole in entrambi i Campionati e forse anche in altre competizioni nazionali”.

Franck Vayssié - Direttore della Commissione Gara FIM in Circuito – ha concluso: “Lo sport motoristico rappresenta una grande famiglia a livello internazionale, la FIM è più che felice di vedere che tutti gli stakeholder (portatori di interesse) lavorino insieme per migliorare le competizioni dal livello nazionale a quello mondiale. Fin dalla sua nascita, la classe Supersport ha sempre offerto un grande spettacolo in pista con delle bellissime sfide per il titolo. A causa dell’attuale situazione del mercato, in modo da mantenere questo stesso livello di interesse e l’equità per tutti i team e i piloti, è assolutamente necessario che la FIM aggiorni i regolamenti. Tutta la famiglia della FIM sostiene questa idea e lavorerà a stretto contatto con i promotori, gli organizzatori e le Case per portare avanti questo bellissimo progetto

BSB: il calendario 2021 è già qui