Dopo la parentesi nel mondiale Moto2 del 2019 con la KTM del team Aspar, Xavi Cardelùs ha vissuto un 2020 in cui si è diviso tra la Coppa del Mondo MotoE con il team Avintia e l'Europeo Moto2 nel contesto del CEV, dove ha chiuso la stagione al sesto posto con anche un podio all'attivo in sella alla Kalex del team Stylobike.

Il pilota di Andorra avrà nuovamente a disposizione una Kalex nel 2021, ma correrà come portacolori del team Promoracing e tenterà l'assalto al titolo. Per Xavi si tratta di un ritorno nella squadra di Raul Jara, con cui ha già corso nel 2016 come compagno di squadra di Eric Granado.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Xavi Cardelus (@xavicardelus)

Caccia all'erede di Montella


Con il passaggio al mondiale di categoria del campione 2020 Yari Montella, l'anno prossimo sarà una vera e propria caccia all'erede del pilota campano in quella che, con buona probabilità, sarà l'ultima stagione per il CEV Moto2 con i "vecchi" motori Honda 600, prima di passare ai 765 Triumph già in uso da un paio d'anni nel contesto mondiale.

"Sono contento di tornare a far parte di Promoracing per la prossima stagione - ha detto Cardelùs sui social - e sono entusiasta del loro progetto. Ringrazio Raul Jara per aver deciso di credere in me e sono sicuro che il 2021 possa essere un grande anno per noi."

Kazuki Masaki si ritira dalle corse a soli 20 anni