L’esperimento durante il round di Laguna Seca della scorsa stagione ha convinto, dunque avanti tutta. Parliamo della “King of the baggers”, categoria dedicata a moto custom e cruiser, dotate degli stessi componenti ed accessori (valigie, pedane basse ecc.) delle moto vendute in tutte le concessionarie, che dall’anno prossimo sarà parte integrante dell’universo Motoamerica.

Come detto l’anno scorso nella terra del cavatappi vi fu un primo test di questa innovativa iniziativa, con una singola gara alla quale presero parte anche nomi come Ben Bostrom e Tyler O’Hara, ma nella prossima stagione le gare saranno ben cinque, e formeranno un vero e proprio campionato, che si disputerà ovviamente all’interno dei weekend di gara del Motoamerica. Ovviamente ogni gara assegnerà punti, ed a fine anno verrà incoronato il primo “King of the baggers”.

Rainey: “Il successo del debutto ci ha convinto a sviluppare il progetto”


Il primo appuntamento della nuova categoria è fissato per il weekend del 2 maggio a Road Atlanta, in occasione del secondo round della stagione 2021 del Motoamerica, che scatterà invece a metà aprile ad Austin. Successivamente sarà la volta di Road Atlanta, Laguna Seca e Pittsburgh, mentre il gran finale avverrà al Barber Motosport Park, ultimo appuntamento anche per il Motoamerica.

“Il debutto della categoria a Laguna Seca è andato oltre le più rosee aspettative - racconta il presidente del Motoamerica Wayne Rainey – quindi lo sviluppo del progetto è stato naturale. Ci sono tanti appassionati di questa tipologia di moto, così abbiamo deciso di portare lo spettacolo in ben cinque dei circuiti presenti in calendario, aprendo la porta a tutti i piloti e le squadre che vorranno partecipare”.

Il MotoAmerica attende (ancora) Lorenzo Zanetti su Ducati