Il Silicone Engineering Racing è diventato uno dei team di punta per quel che riguarda le corse su strada, grazie al supporto diretto da parte di Kawasaki UK e al talento cristallino di Dean Harrison, vincitore di tre Tourist Trophy e sempre protagonista nelle road races internazionali.

La cancellazione del Tourist Trophy e della North West 200 per il secondo anno consecutivo, però, ha costretto la compagine capitanata da Jonny Bagnall a rivedere i propri piani per il 2021, optando per un ritorno a tempo pieno nel British Superbike con la speranza di poter prendere parte anche ad alcune corse stradali minori come quelle di Scarborough, ancora in programma.

Bagnall: "Felici di tornare nel BSB con Dean"


La stagione partirà quindi a fine maggio, con il primo round del campionato d'Oltremanica ad Oulton Park. Il team manager della squadra si è detto tutto sommato soddisfatto di poter tornare nel paddock: "Dopo la cancellazione delle corse su strada principali, abbiamo pensato a tutte le possibilità possibili, ma il ritorno nel BSB è sempre stata la scelta più plausibile e siamo felici di poter competere ancora insieme a Dean Harrison".

Il British Superbike ha avuto un ruolo fondamentale nella nostra crescitacontinua Bagnall - e tornare a lottare contro piloti e squadre di altissimo livello farà bene sia a Dean, sia a noi per lo sviluppo della nuova Kawasaki. Non perdiamo la speranza e ci auguriamo di poter disputare anche qualche corsa su strada, ma la stagione 2021 sarà molto impegnativa per noi in ogni caso".

Road Races, Lightweight: Stefano Bonetti passa all'Aprilia RS660