Questo fine settimana è iniziata la stagione 2021 del CEV RFME sul circuito di Jerez de la Frontera, ma nella classe Superbike va purtroppo registrata l'assenza di uno degli attesi protagonisti, ovvero Carmelo Morales. Il portacolori del team Cardoso Racing, infatti, deve scontare una squalifica che ne preclude la partecipazione alle due gare del weekend a causa degli avvenimenti dell'ultima tappa del 2020 sul medesimo tracciato.

Dopo aver perso il campionato ai danni di Roman Ramos in seguito a quella carambola che ha coinvolto anche Jordi Torres, Morales ha detto al campione 2020 di averlo deluso e di essere stato incolpato ingiustamente di aver innescato l'incidente, in un modo che, secondo la Federazione, è stato al di sopra dei toni consentiti. Per questo, dopo aver svolto regolarmente i test della scorsa settimana, lo spagnolo non ha avuto la possibilità di essere in griglia di partenza con la sua Yamaha R1.

Il grande disappunto di Morales


Il 42enne si è fatto sentire sui propri profili social, evidenziando il proprio disappunto: "La Federazione mi ha sanzionato con la squalifica da entrambe le gare di Jerez, per aver detto a Ramos di avermi deluso. Quella domenica dello scorso anno si è verificata una grande ingiustizia e la mia sincerità è stata controproducente per me. Sono deluso, perchè mi hanno squalificato per qualcosa che è avvenuto al di fuori della pista e che ha creato grande disappunto nel paddock".

"Spero che questa situazione permetta a tutti di imparare e, soprattutto, che in futuro venga utilizzato sempre lo stesso metro di giudizio, per amore dello sport che amiamo. A coloro che sono felici di non vedermi in pista, auguro ugualmente di divertirsi. A chi è triste, invece, dico solo di non esserlo e che tornerò più forte di prima", conclude il numero 31.

MotoAmerica: Kyle Wyman al via del King of the Baggers