Il fine settimana del CEV ad Aragòn si è concluso anzitempo con due gare ancora da disputare, cancellate in seguito alla notizia della scomparsa di Hugo Millàn durante Gara 1 della European Talent Cup. Tuttavia, prima della tragica notizia, sia le classi Moto2 e Stock 600, sia il Mondiale Junior Moto3, hanno disputato gare importanti in ottica campionato.

Escrig campione Stock, Aldeguer fa "otto su otto" in Moto2


La gara della Moto2, che sarebbe dovuta essere la prima di due manche, ha visto come di consueto una lotta a due per la vittoria tra le due Speed Up del Boscoscuro Talent Team Ciatti, con Fermìn Aldeguer che ha tagliato il traguardo davanti ad Alonso Lopez dopo un lungo inseguimento, confermandosi così imbattuto e mettendo ormai una seria ipoteca sul titolo. A podio anche il giapponese Taiga Hada, staccato però di oltre venti secondi dai mattatori della categoria.

Nella medesima griglia con classifiche separate si è disputata anche la corsa della Stock 600, che ha incoronato il proprio campione 2021 con largo anticipo. Si tratta dello spagnolo Alex Escrig, che in sella alla Yamaha R6 del team dell'ex pilota Hector Faubel ha vinto tutte le gare fino ad ora disputate avendo la meglio sul compagno di squadra Ondrej Vostatek, nelle retrovie questo weekend.

BSB Brands Hatch: Tarran Mackenzie è il "King of Brands"

Moto3: Munoz coglie la prima vittoria


Nel Mondiale Junior Moto3, ultima gara disputata nel corso della giornata prima del terribile annuncio, è stato David Munoz a conquistare il primo posto dopo una ormai classica lotta di gruppo. Il portacolori del Cardoso Racing ha preceduto sotto la bandiera a scacchi Josè Antonio Rueda ed il leader della classifica Daniel Holgado, mentre il migliore degli italiani è stato Luca Lunetta, 13esimo davanti a Raffaele Fusco.

Il prossimo appuntamento per il CEV è fissato per il 22 agosto, quando si farà tappa al circuito di Jerez con due gare per la Moto3 e per la ETC, mentre la Moto2 ne disputerà una sola.

SBK Assen, Rea su Gara 2: “Ok essere aggressivi, se non si supera il limite”