Buone notizie in casa Fresh N’ Lean Attack Performance Yamaha. Josh Herrin, dopo aver saltato gli ultimi due appuntamenti del MotoAmerica causa Covid, è abile ed arruolato e nel New Jersey salirà a bordo della sua R1 #2, nelle mani prima di JD Beach e poi di Toni Elias.

E proprio lo spagnolo è al centro dell’attenzione. Le prestazioni ottenute nel weekend di Pittsburgh gli sono valse la terza Yamaha R1 Factory insieme a Jake Gagne e Josh Herrin, l’ex compagno in Suzuki qualche anno fa.

Richard Stamboli, team manager di Fresh N’ Lean Yamaha, vuole tutelarsi in anticipo per evitare poi di dover correre ai ripari in tempi stretti nel caso in cui Herrin dovesse saltare anche la gara del New Jersey. In quel caso Elias diventerebbe a tutti gli effetti il suo sostituto, nel caso in cui invece Herrin dovesse esserci, lo spagnolo scenderà in pista come terzo membro della squadra. 

Le parole di Richard Stamboli e Toni Elias


A margine di questo annuncio hanno parlato il team manager della squadra e lo spagnolo. 

Stamboli ha dichiarato: “Siamo entusiasti di avere Toni Elias per un’altra gara sulla nostra Yamaha R1 al NJMP. Ha fatto un buon lavoro al PIRC, salendo subito sul podio, e siamo fiduciosi che farà un'altra buona gara al NJMP. La sua energia è incredibile; è come un bambino in un negozio di caramelle con la Yamaha R1.
Siamo anche entusiasti di riavere Josh Herrin dopo aver perso gli ultimi due eventi. Sono sicuro che sarà ansioso di fare qualche giro e tornerà al passo velocemente. Herrin avrà anche il suo primo figlio poco prima o durante il fine settimana, quindi ci congratuliamo con lui per questo. Imparando dagli ultimi due eventi e da tutte le decisioni prese all'ultimo minuto, stiamo prendendo precauzioni per questo evento. Se Josh dovesse saltare una delle gare a causa di complicazioni impreviste, allora Toni sarà lì per adempiere ai nostri obblighi con MotoAmerica, Yamaha e tutti i nostri sponsor. Se tutto andrà bene per Josh, avremo tre piloti in gara nella classe Superbike. In passato abbiamo gestito un team di tre piloti, ma questa sarà la prima volta per noi nella classe Superbike. Sicuramente sarà impegnativo, quindi abbiamo introdotto alcune risorse aggiuntive. Personalmente sarò molto entusiasta di vedere tutte e tre le moto sulla griglia e correre per la vittoria. Dovrebbe essere un fine settimana divertente.”

Elias dal canto suo ha detto: “Sono molto grato che mi abbiano dato un'altra opportunità. Pittsburgh è stata forse la pista peggiore per me perché non si adatta al mio stile di guida. Penso che il New Jersey mi rappresenti un po' di più, e non vedo l'ora di essere lì e lavorare di nuovo e cercare di ottenere un risultato eccellente”.

MotoAmerica: Tommaso Marcon in Twins Cup con l'Aprilia RS660