Poche ore dopo la conclusione del weekend di Silverstone del British Superbike, Keith Farmer ha improvvisamente comunicato il ritiro dalle corse, attraverso i propri profili social. La decisione è stata presa così in fretta per via dei due brutti incidenti di cui si è reso protagonista durante il weekend, dove ha gareggiato come sostituto di Joe Francis con la BMW M1000RR del team PR Racing.

Farmer ha così deciso di porre fine alla propria carriera con effetto immediato, dopo un 2021 estremamente complicato e avaro di risultati soddisfacenti e, soprattutto, dopo aver conquistato ben quattro titoli britannici tra Superstock 600, Superstock 1000 e British Supersport.

MotoAmerica: Aprilia regina della Twins Cup con Marcon e De Keyrel

Farmer: "Ci stavo pensando da tempo"


"Non è mai facile preparare le valigie ed andarsene, ma ci stavo pensando da tempo e ho capito che questo è l'anno giusto per ritirarmi dalle corse", ha detto il pilota britannico. "Ho passato dieci anni stupendi nel paddock del British Superbike e sono onorato di aver conquistato quattro titoli nazionali, gareggiando con alcuni dei migliori team del mondo e avendo numerose opportunità".

Keith ha poi dato uno sguardo verso il proprio futuro: "Voglio infine ringraziare tutti i piloti con cui ho corso, tutti i miei avversari e tutti quelli con cui ho fatto amicizia. Mi ricorderò sempre di tutto ciò, ma ora è tempo di guardare avanti e credo che l'anno prossimo inizierò qualcosa di completamente nuovo".

Moto3: Matteo Bertelle ed Elia Bartolini wild card a Misano