Con il "gran finale" a Hockenheim, è andata in archivio la stagione 2021 dell'IDM Superbike. Un round che si è aperto con la conquista del titolo in anticipo da parte dell'ucraino Ilya Mikahlchik grazie all'assenza di Valentin Debise, ma in cui non è mancato lo spettacolo.

Reiterberger imbattibile


Il grande protagonista dell'evento è stato Markus Reiterberger, che in Gara 1 ha portato la BMW M1000RR sul gradino più alto del podio precedendo il connazionale Florian Alt ed il russo Vladimir Leonov, mentre Mikhalchik ha abbandonato anzitmepo la contesa per via di una caduta.

Gara 2 ha seguito lo stesso copione della precedente, con Reiterberger imbattibile e nuovamente vincitore della corsa, davanti a Luca Grunwald e allo stesso Vladimir Leonov, con Florian Alt che, grazie al quarto posto nella seconda manche, è riuscito a chiudere la stagione in seconda posizione diventando così vicecampione nonostante abbia saltato diverse gare per via delle conomitanze con il mondiale Endurance.

Coppa Italia: assegnati anche gli ultimi titoli a Misano

Weekend positivo per Vitali


Da segnalare l'ottimo weekend vissuto da Luca Vitali, presente come sostituto di Alex Polita in sella alla Honda CBR1000RR-R del team Holzhauer, il quale ha chiuso in top ten entrambe le manche con un sesto ed un settimo posto. Buon weekend anche per il pilota della MotoE Lukas Tulovic (presente al posto di Bastien Mackels), che ha chiuso in top five Gara 1, mentre ha centrato la prima top ten nella serie tedesca anche la Ducati, portata in pista da Daniel Kartheininger.

Ora, però, è già tempo di pensare al 2022 per l'IDM Superbike, la cui stagione partirà a maggio dal Lausitzring.

Italia Campione del Mondo al Nazioni: il giorno più lungo