Non esageriamo nel dire che ora il livello dei piloti nel campionato Italiano Velocità è decisamente alto. Non esageriamo nel dire che le gare delle prime due tappe del Mugello, soprattutto quelle della Supersport, sono state tra le più belle di tutti i tempi: domenica la 600 ha visto al traguardo undici piloti in meno di 1 secondo, e il poleman Luca Oppedisano ha vinto per soli 2 millesimi su Federico Caricasulo. Il quale, nel giorno del suo diciottesimo compleanno, si è portato a casa la leadership del tricolore: domenica secondo, nella gara del giorno prima aveva vinto. Caricasulo, debuttante quest’anno nel tricolore Supersport dopo un 2013 difficile, ci ha creduto fino all’ultimo, anche perché il sabato aveva battuto due veterani come il campione in carica Stefano Cruciani e l’ex campione europeo della 250 GP Diego Giugovaz. Ma ci credeva anche Oppedisano che dopo la sfortuna di sabato, quando era stato rallentato da problemi tecnici mentre era in lotta per la vittoria, domenica è uscito quarto dall’ultima curva e ha sfruttato le scie per infilare tutti, riuscendo a portare a casa una sudatissima vittoria. Ha dovuto piegare anche Roccoli, Cruciani, Giugovaz, Mantovani, Monti, Lorenzetti, Morrentino, Cassani e Boscoscuro che hanno tagliato il traguardo in quest’ordine, dal terzo all’undicesimo, l’uno affiancato all’altro. L’articolo completo del nostro inviato Giulio Fabbri lo potete leggere nel numero di Motosprint in edicola da martedì mattina