In un Mugello che ha visto nel corso del weekend scendere in pista più di 270 piloti, si sono disputate gare spettacolari e combattute con il terzo e quarto round del Campionato Italiano di Velocità.

La SBK è il regno di Michele Pirro. Il pilota Ducati Barni Racing gommato Michelin ha dato un’altra prova di forza, imponendo il suo consueto ritmo, insostenibile per gli avversari in entrambe le gare. Dietro di lui non sono mancate le novità, con la grande prestazione di Matteo Ferrari. L’alfiere BMW DMR Racing equipaggiato Pirelli, che scattava dalla 16° posizione, ha chiuso gara 1 alle spalle di Pirro, ottenendo il primo podio nel CIV SBK in volata su Lorenzo Lanzi (BMW TMF), anche lui con gomme Pirelli. Dietro di loro le due Yamaha di Niccolo Canepa (a lungo in lotta per il podio) e Fabio Massei. Sfortuna per Matteo Baiocco. Il pilota Ducati Motocorsa, penalizzato di 20 secondi per jump start, è incappato in una caduta che lo ha estromesso dalla gara. 
In gara 2 Matteo Baiocco ha provato a limitare lo strapotere di Pirro. L’alfiere Ducati Motocorsa con Pirelli ha condotto tutta la prima parte di gara in testa andando a conquistare il secondo gradino del podio e portando a casa punti importanti. Terzo posto per la Yamaha di Niccolò Canepa (Pata Yamaha Official Stock), seguito da Lorenzo Lanzi (TMF BMW) e Kevin Calia (Aprilia Nuova M2 Racing) che mantiene il secondo posto in classifica generale (53 p.) dietro a Pirro che è a punteggio pieno, con Matteo Ferrari che risale grazie anche al 6° posto di e arriva in 3° posizione in classifica generale (50 p.).

In Moto3, dopo la pole position Manuel Pagliani ha conquistato la vittoria. Il pilota MTR Geo Honda ha trionfato in gara1 al Mugello. Dopo il via numerose cadute a cominciare da Bruno Ieraci (TM Miralux Pos Corse), Del Bianco (TM Racing Factory Team) e Spinelli (KTM MF 84 Pluston Althea), dopo un contatto proprio con Del Bianco.  Pagliani ha fatto il vuoto, mentre dietro si scatenava la lotta per il secondo e terzo posto. Alla fine è stato Marcon a spuntarla, davanti a Mattia Casadei terzo, nonostante la frattura al polso sofferta solo tre settimane fa.
In gara2 negli ultimi giri erano ben 10 i piloti racchiusi in meno di un secondo, che hanno messo in scena un finale da antologia. A trionfare è stato Alessandro Del Bianco davanti a Mattia Casadei e Tommaso Marcon, con questi ultimi due piloti che bissano i podi di ieri. In classifica generale Casadei mantiene la targa leader (72 p.), davanti a Ieraci (49 p.) con Spinelli terzo (48 p.).

In Supersport doppietta di Ilario Dionisi: il pilota MV Agusta Ellan Vannin ha vinto in volata dopo una bella battaglia con il poleman Morrentino in una gara che ha assegnato anche il terzo gradino del podio al fotofinish. Sotto la bandiera a scacchi è stato il campione in carica Massimo Roccoli a precedere la Kawasaki di Michael Canducci (Team Green Speed), risultato che consente a Roccoli di portarsi in testa al campionato. In gara2 alle spalle di Dionisi ha chiuso Nicola Morrentino. Il pilota Yamaha Team Rosso e Nero ha provato a lungo a stare in scia a Dionisi riuscendo ad ottenere una seconda posizione davanti a Marco Bussolotti. Dietro di loro ha chiuso Gennaro Sabatino con Massimo Roccoli 5° e Stefano Cruciani 6°. La doppietta del Mugello permette a Dionisi di recuperare in classifica generale, dove ora è 3° (54 p.) dietro al leader Roccoli (67 p.) con Cruciani 2° (60 p.)

Nella Premoto3, gara1 conclusa al fotofinish. A vincere nella 250 4T è stato Thomas Brianti, che, approfittando della presenza di un doppiato nelle ultime tornate, è riuscito a battere in volata Leonardo Taccini con il terzo posto per Riccardo Rossi . Nella 125 2T Gabriele Giannini infila la terza vittoria consecutiva. Il pilota Honda ha trionfato davanti a Raffaele Fusco  e Devis Bergamini. In gara 2 Gabriele Giannini ha vinto ancora in 125 2T. Dietro di lui secondo posto per Elia Bartolini  con Pasquale Alfao ( 3°. In classifica generale, dopo Giannini a punteggio pieno troviamo Raffaele Fusco (RMU Racing Team, 70 p.) e Devis Bergamini (Honda Sic58, 46 p.). La 250 4T ha visto la vittoria di Leonardo Taccini. Dopo il 2° posto di sabato, il pilota Speed Up VL Team ha trionfato nel 4° round del CIV battendo la concorrenza dei due piloti RMU Racing Team: Riccardo Rossi secondo e Davide Baldini terzo. Taccini lascia il Mugello da leader della classifica generale (86 p.) seguito sempre da Rossi (81 p.) e Baldini (45 p.).

Nella Sport4t è stato Lorenzo Segoni (E&E Racing Team Honda) a trionfare dopo una bella battaglia sul poleman Luigi Montella (Yamaha), con Alfonso Coppola (Honda) terzo. Quarta posizione per il pilota #madeinCIV Manuel Bastianelli (GP Project Kawasaki). In gara2 arrivo in volata dopo una gara molto tirata, che ha premiato alla fine lo spagnolo Castano Illan (Yamaha AG Motorsport) per soli 2 millesimi su Nicola Di Rago (Kawasaki) con Lorenzo Segoni terzo subito dietro di loro e Luigi Montella a seguire. In classifica generale Castano balza in testa con 72 punti, davanti a Segoni (66 p.) e Di Rago (60 p.)

Nel National Trophy la vittoria del terzo round nella classe 600 è andata a Mattia Gollini davanti al capoclassifica Marcello Brignoli e Mitja Emili. Nella 1000 Alessio Velini ripete la vittoria di Vallelunga e consolida la testa della classifica, secondo Andrea Di Vora, terzo Tiziano Amicucci. Bene anche Caselli, quarto e Traversaro, quinto.

Michael Mazzina ha dominato domina la Yamaha R1 Cup con Luca Pedersoli e Lorenzo Renaudo a completare il podio.