L’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola ha ospitato il quarto e penultimo round del CIV. Weekend di prime vittorie e primi titoli. L’Autodromo Enzo e Dino Ferrari ha incoronato Leonardo Taccini come Campione Premoto3 250 4T. Dopo la conquista della targa tricolore lo scorso anno nella Premoto3 125, il pilota Speed Up VL Team ha trionfato anche in questo 2016, nel primo anno di gare nella categoria superiore, dove Taccini è andato sempre a podio, chiudendo i giochi con la doppietta di Imola.

Superbike - In gara1 è stato trionfo per Michele Pirro. Dopo aver conquistato la pole position, il pilota Ducati Barni Racing gommato Michelin ha vinto alla sua solita maniera, imponendo il proprio ritmo, insostenibile per i suoi avversari, e mostrandosi poi visibilmente emozionato all’arrivo nel parc fermè dopo l’ennesimo trionfo, arrivato a seguito della squalifica dei giorni scorsi. Seconda posizione per Kevin Calia (Aprilia Nuova M2 Racing) che conferma il suo valore sulla pista di casa, circuito dove era riuscito a vincere lo scorso anno. Terza posizione per la Yamaha gommata Pirelli di Fabio Massei (Pata Yamaha Official Stock) in un round che ha visto perdere a causa di una caduta il compagno di squadra Riccardo Russo, protagonista nella prima parte di gara. Il 4° posto è andato all’altra Ducati Barni di Ivan Goi, con Matteo Baiocco (Ducati Motocorsa) in 5° posizione. 

In gara2, altra vittoria per Michele Pirro. Dietro di lui lotta terminata solo al fotofinish tra Matteo Baiocco e Riccardo Russo, con il pilota Pata Yamaha Official Stock che ha provato fino all’ultimo a sorpassare, senza riuscirci, l’alfiere Ducati Motocorsa. 2° posto finale per Baiocco e 3° per Russo, entrambi piloti gommati Pirelli. 4° posto per Calia (Aprilia Nuova M2 Racing) con Ivan Goi (Ducati Barni Racing) 5°. La leadership è nelle mani di Baiocco (118 p.) seguito da Calia (99 p.) con Matteo Ferrari (DMR Racing BMW) 8° in gara e terzo nella generale a 89 p. Sesto posto per Pirro (75 p.)

Moto3 - In gara1 il Team SIC58 ha conquistato una doppietta con i suoi due piloti. A trionfare in gara è stato Tony Arbolino (KTM), che dopo la pole ha strappato anche il giro veloce (1’59.527) andando a vincere in solitaria sui suoi avversari. Secondo posto per Mattia Casadei (KTM), che ha avuto la meglio dopo una bella battaglia con Kevin Zannoni (Mahindra Peugeot Minimoto Portomaggiore), conclusasi solo sulla linea del traguardo. Quarta posizione per Manuel Pagliani (MTR GEO Honda) seguito da Edoardo Sintoni (MTA Italia Mahindra Peugeot).

Doppietta anche per Tony Arbolino, in una Moto3 che cambia ancora il leader in classifica generale. Il pilota SIC58 su KTM ha chiuso alla grande un weekend che lo ha visto partire dalla pole position e vincere in solitaria anche la gara di domenica. Seconda posizione per il nuovo capoclassifica della Moto3: Manuel Pagliani. L’alfiere (MTR GEO Honda) ha migliorato il 4° posto del sabato, conquistando un podio che gli vale la targa leader. Ancora un terzo posto per Kevin Zannoni (Team Minimoto Mahindra Peugeot), scatenato nel finale, dove ha realizzato il nuovo giro record della pista con il tempo di 1’59.043, migliorando il precedente record di Bezzecchi. In classifica generale c’è Pagliani al comando con 109 p. seguito a 6 lunghezze da Casadei. Terza posizione per Spinelli (90 p.) con Zannoni 4° (84 p.) e l’infortunato Ieraci (TM Miralux Pos Corse) a 81 p. Nella Moto3 standard vittoria di Zanotti davanti a Guzzon e Raimondi. Zanotti che conduce in classifica generale con 151 p. seguito sempre da Guzzon 130 p. e Raimondi 122 p.

Supersport - Vittoria di Kevin Manfredi in gara1 Dopo i progressi mostrati a Misano, con i due podi conquistati negli scorsi round, il pilota Phoenix Racing Suzuki è riuscito a trionfare ad Imola dopo una bella lotta con avversari quali Roccoli, Bussolotti e Canducci. La seconda posizione è andata alla MV Agusta Laguna Moto Racing di Roccoli, con Bussolotti (RM Racing Team Kawasaki) 3° e Canducci 4° (Team Green Speed Kawasaki), dopo aver subito una penalizzazione per il taglio della variante all’ultimo giro.
In gara2 prima vittoria stagionale per Massimo Roccoli (Laguna Moto Racing MV Agusta). Il campione in carica ha avuto la meglio per soli 15 millesimi su Canducci (Team Green Speed Kawasaki), con Kevin Manfredi 3°. Il pilota Phoenix Racing Suzuki ha centrato un altro podio, riuscendo ad arrivare davanti a Bussolotti (RM Racing Team Kawasaki) con Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing Team) 5° ma più distaccato dai primi. Roccoli che resta leader in classifica generale 8128 p.) davanti a Manfredi (105 p.) con Bussolotti 3° (98 p.). Ai piedi del podio troviamo invece Cruciani (92 p.)

Premoto3 - In 250 4T è stato Leonardo Taccini (VL Team Speed Up) a trionfare in gara1, dopo aver siglato anche la pole. Ancora in evidenza Thomas Brianti, 2° in gara dopo l’esordio vincente al Mugello. Terza posizione per Lorenzo Bartalesi (RMU Racing Team) con Matteo Bertè (2 Wheels Polito), terzo al traguardo ma squalificato poi per irregolarità tecnica.Taccini ha trionfato vinto anche gara2, dopo una bella battaglia con Davide Baldini (RMU Racing Team), conclusa solo nelle battute finali. Primo podio per Matteo Bertè (2 Wheels Polito) 3° al traguardo, con Taccini che ha approfittato dell’uscita di scena del rivale Riccardo Rossi (RMU Racing Team).Taccini, come detto in apertura, ha vinto matematicamente il titolo

Nella 125 2T la vittoria di gara1 è andata a Matteo Ripamonti (Honda) davanti a Pasquale Alfano (Honda) 2° nel giorno del suo 13esimo compleanno e Raffaele Fusco (RMU Racing Team) 3°. In gara2 è stato Elia Bartolini (RMU Racing Team) a vincere su Matteo Ripamonti e Thomas Rossi (RMU Racing Team). In classifica generale è sempre in testa Giannini (Honda) con 155 p. seguito da Fusco (RMU Racing) a 149 p., rispettivamente 4° e 5° oggi in gara, con la terza posizione occupata da Ripamonti (83 p.) seguito a sole 2 lunghezze da Alfano (GLS Racing Honda) in classifica.

Sport 4T - Il sabato la gara è andata a Luigi Montella. Il 17enne pilota su Yamaha ha ottenuto la vittoria dopo una bella battaglia con Castano Illan (AG Motorsport Yamaha) che si è risolta solo al traguardo. Terzo posto per Paolo Giacomini (Terra e Moto Yamaha), con Lorenzo Segoni (E&E Racing Team Honda) out dopo un contatto con Manuel Bastianelli (GP Project Kawasaki), penalizzato di 5 secondi per l’accaduto. 

In gara2 a spuntarla dopo una grande bagarre a 4, che si è conclusa solo nelle ultime tornate, è stato ancora Montella (Yamaha), che ha bissato il successo del sabato. Dietro di lui lo spagnolo Castano Illan (AG Motorsport Yamaha), con Grassia 3° e Bastianelli 4°, entrambi piloti GP Project Kawasaki. In classifica generale c’è sempre Castano Illan al comando con 132 p. davanti a Montella 113 p. e Segoni (E&E Racing Team Honda) 6° in gara e a 107 p.

National Trophy 600
- La vittoria è andata a Mattia Gollini (Gaci Motorsport Yamaha) davanti a Emili Mitija (Honda) e Stevis Bressan (RAM Racing Team Yamaha). In classifica generale Gollini conduce con 94 p. su Emili (70 p.) con Brignoli terzo (55 p.)

National Trophy 1000 - La vittoria è andata a Davide Caselli (BMW) davanti ad Alessio Velini (SB Corse BMW) con Alessio Terziani (AG Motorsport Yamaha) a chiudere il podio. In classifica generale Velini è al comando (120 p.) con Caselli 2° (71 p.) e Tiziano Amicucci (Yamaha) 3° a 65 p. Mattia Gollini (Gaci Motorsport Yamaha) ha trionfato nel National Trophy 600 con Emili Mitja (Honda) dietro di lui e Kevin Chili (Honda) a chiudere il podio. Gollini conduce in classifica generale (119 p.) seguito da Emili Mitja (90 p.) con Brignoli (Rosso e Nero Yamaha) e Bonecchi Borgazzi (Yamaha) entrambi 3° a 60 p.