Al Mugello la Premoto3 125 2T ha trovato in Gabriele Giannini il suo campione. “E’ stato un anno fantastico – ha raccontato Giannini – Sono davvero contento per questo titolo. Devo ringraziare i miei tifosi, il team e in particolar modo Marco Cipriani. Per il futuro ancora non so bene dove correrò, ma punto a fare il salto in Moto3”.

Ma andiamo con ordine. In gara1, il sabato Gabriele Giannini ha fatto un altro passo verso il titolo. Il pilota Honda ha trionfato davanti a Raffaele Fusco con Alex Scorpaniti a chiudere il podio. Quarta posizione per Matteo Patacca, wild card proveniente dalla MiniGP.

Il pilota Honda si è portato a casa il titolo 2016 grazie al 7° posto della domenica,  in una gara che ha visto la vittoria di Riccardo Rossi su RMU davanti Ripamonti e Alfano con Fusco che con il 6° posto  non è riuscito a battere Giannini per la lotta al titolo. La classifica generale si chiude così con Giannini in testa con 189 punti davanti a Fusco con 179 e Ripamonti a 103 punti.

Tra i costruttori la Honda è in testa con 230 punti seguita da RMU a 216 punti e Metrakit a 11 punti.

Nella 250 4T, con il titolo già assegnato a Leonardo Taccini è stato il napoletano Davide Baldini a portarsi a casa la vittoria nella gara del sabato. L’alfiere RMU ha trionfato davanti al compagno di squadra Riccardo Rossi con Alberto Surra, wild card proveniente dalla MiniGP, al 3° posto seguito da Taccini e Brianti.

In gara2 chiude come meglio non poteva Leonardo Taccini: Il neo campione ha trionfato anche nell’ultima gara davanti a Riccardo Rossi con Manuel Mazzullo terzo.

La classifica finale vede  Taccini primo a 219 punti, Riccardo Rossi secondo a 170 punti e Davide Baldini terzo a 145 p. Tra i costruttori la prima posizione va alla Speed Up seguita dalla RMU.